Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Attualità

"Regala un libro ai bambini di Valona": dalla Lega navale appello ai brindisini

Nella sede di via Vespucci già raccolti 300 testi per la scuola, racconti, fiabe e romanzi. C’è tempo sino al 17 novembre

BRINDISI – “Regala un libro a un bambino di Valona”: l’appello alla raccolta e alla consegna di testi in lingua italiana parte dalla Lega navale di Brindisi, pensando agli alunni che vivono nel capoluogo dell’omonima regione dell’Albania meridionale, con affaccio sul mare Adriatico. Ne sono stati già raccolti 300, fra testi per le scuole d’infanzia, elementari e superiori, racconti, fiabe e  romanzi.

libri lega navale bis-2

L’iniziativa

A Valona (Vlora) gli abitanti sono il doppio di quelli di Brindisi. Di italiani, brindisini in particolare, ce ne sono tanti, sono arrivati negli ultimi anni per avviare attività imprenditoriali e la lingua italiana si sta affermando, tanto è vero che in alcuni istituti è stata inserita nelle materie di insegnamento.

Il legame tra le due città portuali si è rafforzato nel tempo, anche grazie a una serie di iniziative imbastite a scopo turistico e culturale, oltre che sportivo. Come la regata Brindisi Valona, organizzata dalla Lega Navale a partire dal 2011 per ricordare la migrazione degli albanesi dei primi anni Novanta e l’accoglienza che la città di Brindisi dimostrò in quel periodo, in maniera spontanea, di fronte a navi cariche di bambini, donne e uomini in cerca di un futuro. Il racconto dei giornali di quegli anni è ancora vivo.  Mai dimenticati gli occhi della disperazione e al tempo stesso della speranza di chi arrivò a Brindisi.

La finalità

“Negli ultimi due anni, la regata fa tappa stabile a Valona e questo ha permesso alla Lega navale di Brindisi di rafforzare i rapporti fra le due realtà, ampliando la conoscenza della città albanese e delle necessità dei più piccoli”, spiega Maria Giovanna Natali, componente del direttivo della Lega Navale, presieduta da Roberto Galasso. “Anche grazie alla console Luana Micheli abbiamo avuto contezza di quanti siano gli studenti desiderosi di imparare la lingua italiana e per questo abbiamo deciso di organizzare una raccolta di libri usati, nell’ambito della settimana della lingua italiana nel mondo”.

I libri

Per gli alunni e gli studenti di Valona non è facile avere la disponibilità di testi in lingua italiana. L’appello alla raccolta è rivolto non solo ai soci della lega di Brindisi: “Chiunque, nel proprio piccolo, può contribuire e partecipare all’iniziativa”, continua Natali, titolare della delega allo Sport per la Lega navale. “Raccoglieremo presso la nostra sede in via Vespucci libri usati, purché in buone condizioni, che possano essere utilizzati da bambini e bambine albanesi  a partire dalla scuola materna”.

C’è tempo sino al 17 novembre.  I libri raccolti verranno consegnati alla console, Luana Micheli. Il primo traghetto è previsto per il 18 novembre. Dal 21 ottobre ne sono stati già raccolti quasi 300: ci sono le più belle favole di Andersen, le favole di Esopo, le avventure di Pinocchio, le enciclopedie per bambini come quelle dedicata al mondo degli animali. E ci sono anche libri che raccontano la storia e i monumenti di Brindisi.

Per contribuire, basta un gesto. Una donazione. Il libro continuerà a vivere tra le mani di chi non chiede altro che leggere per imparare, conoscere e scoprire.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Regala un libro ai bambini di Valona": dalla Lega navale appello ai brindisini

BrindisiReport è in caricamento