Domenica, 1 Agosto 2021
Attualità

Il campione d'Europa Pessina a cena a Ceglie: la bufala dell'assessore

Le notizie false e la disinformazione: parlare al proprio pubblico con l'obiettivo di rafforzare la propria posizione

CEGLIE MESSAPICA - Non sappiamo bene quale fosse l'intenzione dell'assessore alla cultura del Comune di Ceglie Messapica, Antonello Laveneziana. Forse rinsaldare i legami della community di riferimento quando lunedì 19 luglio, in serata, ha postato sulla sua pagina Facebook una foto che lo immortalava con il centrocampista dell’Atalanta, Matteo Pessina, fresco di campionato europeo. “Un grande piacere poter incontrare il Campione Europeo Matteo Pessina”, la frase che accompagnava lo scatto che ha “regalato” al rappresentante istituzionale oltre 200 like, tre condivisioni e qualche commento di gradimento.

Pessina, autore di due goal, uno contro il Galles e uno contro l’Austria, era a cena in un noto ristorante di Ceglie Messapica. Almeno, questo è quanto la foto ha fatto credere al popolo social, tanto da attirare l’attenzione della stampa locale. 

Potrà mai un assessore, colui che siede accanto al primo cittadino, un rappresentante istituzionale, raccontare una bufala? O peggio ancora, architettarla per far cadere nell’errore giornalisti e cittadini? Perché questo è il sospetto, visto che il ragazzo in foto è solo un sosia. Sbirciando sul profilo Instagram di Matteo Pessina, si scopre infatti che il giovane giocatore è in vacanza a Santorini, un tantino lontano da Ceglie Messapica per una pizza andata e ritorno. Sfortunatamente, però, qualcuno c'è cascato. L'assessore, va detto, è anche un giornalista impegnato, al momento, a servire il proprio paese. 

E dall’assessore del #fare e del #benecomune, come tiene a sottolineare per ogni sua attività, dovrebbe arrivare altro: in primis, rispetto per i cittadini, che forse non ritiene esseri pensanti, ma che hanno quel diritto di voto che permette di essere eletti, diventare consiglieri e magari entrare in giunta. E, di conseguenza, per la politica e il ruolo che si è chiamati a svolgere: amministrare una città, dove non mancano i problemi. 

Probabilmente per qualcuno sarà solo uno scherzo da risolvere con una risata, ma chi riveste una carica istituzionale, dovrebbe essere cosciente che lo fa 24 ore al giorno e che non può comportarsi come il primo "bufalaro" di turno. Se vuole giocare con la sua pagina Facebook, è senz'altro libero, ci mancherebbe. Meglio sarebbe, però, se lo facesse dimettendosi dalla carica pubblica. Un equivoco in meno non guasta mai.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il campione d'Europa Pessina a cena a Ceglie: la bufala dell'assessore

BrindisiReport è in caricamento