rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Attualità Ceglie Messapica

Ripensare il centro storico e la Pineta Ulmo: il percorso partecipato

L'Amministrazione vuole coinvolgere, sin dalle prime fasi della progettazione, le associazioni, gli abitanti delle aree e i cittadini

CEGLIE MESSAPICA - L’Amministrazione comunale del comune di Ceglie Messapica è al lavoro per l’avvio della progettazione partecipata “What do yoy think?”. Nell’ambito del finanziamento di cui al decreto del presidente del Consiglio dei Ministri del 17 dicembre 2021 “Ripartizione del fondo per la progettazione territoriale”, si è dato avvio in data 13 febbraio 2023 alla progettazione del "Centro storico e le sue connessioni con il resto del tessuto urbano nella più ampia logica operativa della rigenerazione urbana” nonché per la “Valorizzazione dell'area verde Pineta Ulmo, delle altre aree verdi di proprietà comunale e studio delle connessioni con i beni rurali e architettonici presenti sul territorio comunale”.

E’ intendimento dell’Amministrazione coinvolgere, sin dalle prime fasi della progettazione, le associazioni, gli abitanti delle aree studiate, i cittadini e tutti coloro vogliano condividere proposte, idee e riflessioni attraverso un processo partecipato di co-progettazione a seguito del quale si definirà l’uso futuro degli spazi pubblici.

L’ invito è di iniziare a immaginare la Pineta Ulmo come punto di riferimento per la mobilità sostenibile, area per piccoli eventi tematici e concerti, spazio creativo per le arti visive, mercato gastronomico a disposizione degli agricoltori locali e tutto quanto possa restituire le potenzialità e la fruizione del luogo in connessione con i beni rurali e architettonici presenti sul territorio comunale.

Nello studio del centro storico, invece, si intende incrementare la permeabilità tra il tessuto storico e il tessuto urbano adiacente nella più ampia logica operativa della rigenerazione urbana, rileggere il contesto con la logica di connessione tra gli spazi aperti e quelli del tessuto urbano attiguo, ripensare di spazi aperti performativi e flessibili, e valorizzare gli immobili esistenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripensare il centro storico e la Pineta Ulmo: il percorso partecipato

BrindisiReport è in caricamento