rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Attualità

Servizio FlixBus a condizioni agevolate per chi percorre la Via Francigena

FlixBus e l’Associazione Europea delle Vie Francigene rinnovano l’accordo per incentivare forme di viaggio virtuose lungo la costa e nell’entroterra

BRINDISI – FlixBus e l’associazione Europea delle Vie Francigene rinnovano la collaborazione siglata a luglio per promuovere il patrimonio locale in Puglia e in altre regioni italiane: chi percorre la Via Francigena, il cammino più antico d’Europa che collega Santa Maria di Leuca a Canterbury, potrà accedere al servizio FlixBus a condizioni agevolate per raggiungere la propria tappa di partenza, spostarsi fra tappe diverse o tornare a casa alla fine del pellegrinaggio, sfruttando le intersezioni fra la rete FlixBus e la Via in varie regioni, tra cui la Puglia, anche con la bici.

Delle circa 30 tappe italiane del cammino raggiungibili con FlixBus, ben 14 si trovano in Puglia, e 4 di queste nel Brindisino: Savelletri e Torre Canne (a poca distanza dalla fermata FlixBus di Fasano), Torre Santa Sabina (servita dalla fermata di Ostuni) e Brindisi. Offrendo ai pellegrini e alle pellegrine della Via riduzioni sul viaggio, FlixBus consentirà loro di raggiungere con facilità ognuna di queste località.

Una volta raggiunta in autobus la propria tappa di partenza, ci si potrà quindi incamminare a piedi lungo la Via Francigena, intraprendendo diversi itinerari possibili in base alla direzione scelta.

Procedendo verso sud da Savelletri, si potrà costeggiare l’Adriatico fino a Brindisi passando per Torre Canne e Torre Santa Sabina, per poi deviare nell’entroterra arrivando a Torchiarolo e quindi a Lecce. Da qui, si potrà proseguire fino a Otranto passando per Martano, con la possibilità di finire il cammino a Santa Maria di Leuca, ultima tappa della Via, attraversando Vignacastrisi e Tricase.

Procedendo verso nord, sempre lungo il litorale, si potrà arrivare fino a Manfredonia attraversando, fra le altre, Monopoli, Polignano a Mare, Bari, Giovinazzo, Molfetta, Bisceglie, Trani e Barletta. Da Manfredonia, si potrà poi proseguire il cammino verso Roma, passando per località come Monte Sant’Angelo, San Giovanni Rotondo, San Severo e i borghi di Lucera, Troia e Celle San Vito.

Così, FlixBus e l’Associazione intendono contribuire a incoraggiare la scoperta del territorio secondo una prospettiva slow, veicolando nuovi flussi turistici non solo verso le aree già note al grande pubblico, come le località costiere e i luoghi di culto, ma anche quelle meno conosciute dell’entroterra, con una particolare attenzione agli aspetti naturalistici e paesaggistici, oltre che culturali.

In generale, con il rinnovo dell’accordo le due realtà mirano a incentivare forme di viaggio virtuose sulla base di obiettivi comuni: valorizzare itinerari inediti, con la possibilità di creare un indotto positivo per le economie locali, disincentivare l’uso dell’auto, a beneficio dell’ambiente; creare un ponte fra istanze diverse, esaltando la dimensione esperienziale e conviviale del viaggio.

Come funziona la convenzione

Per poter usufruire della convenzione basta essere in possesso della credenziale della Via Francigena, il documento ufficiale che attesta, attraverso i timbri, il passaggio nelle diverse tappe del cammino. Seguendo la procedura indicata sul sito dell’Associazione, i pellegrini e le pellegrine possono ottenere, in pochi passaggi, gli sconti a loro dedicati per prenotazioni tramite l’app FlixBus gratuita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio FlixBus a condizioni agevolate per chi percorre la Via Francigena

BrindisiReport è in caricamento