Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

Chiusura stabilimenti Dema-Dar, i sindacati annunciano sciopero di otto ore

Le segreterie Fim-Fiom-Uilm-Fismic-Uglm annunciano uno sciopero di 8 ore per venerdì 10 febbraio, per protestare contro il rischio di chiusura dei due stabilimenti brindisini del gruppo Dema

Le segreterie Fim-Fiom-Uilm-Fismic-Uglm annunciano uno sciopero di 8 ore per venerdì 10 febbraio, per protestare contro il rischio di chiusura dei due stabilimenti brindisini del gruppo Dema che provocherebbe il licenziamento di 151 lavoratori, fra le fabbriche Dema e Dar (controllata di Dema). La protesta si svolgerà presso la sala Marino Guadalupi del Comune di Brindisi a partire dalle ore 11. 

Come già spiegato in precedenti articoli i problemi del gruppo Dema, società campana che opera nel settore aerospaziale, si trascinano da anni.  Qualche settimana addietro i rappresentanti del gruppo industriale, nel corso di una riunione con i sindacati svoltasi presso il ministero per le Imprese, hanno presentato un piano industriale che a detta degli stessi sindacati porterebbe alla chiusura dei siti brindisini, oltre al ridimensionamento di quelli campani di Somma Vesuviana e Parolisi. I posti di lavoro a rischio sarebbero circa 300, su un totale di 600 unità coinvolte nella vertenza. Di seguito la nota congiunta dei sindacati. 

Continuiamo a denunciare che il percorso intrapreso dall’azienda volto alla dismissione dei siti (Dcm ex Gse, Dar e Dema) Brindisini, che da sempre sono un’eccellenza nell’ambito del comparto aeronautico locale e non solo. A gran voce lanciamo un ennesimo grido d’allarme, è importantissimo salvare il patrimonio professionale, umano e occupazionale. É necessario individuare un soggetto Industriale, capace di essere un vero partner, per affiancare con competenza e know how la proprietà (Mediobanca e il fondo finanziario). 

Basterebbe un Management che sia all’altezza di tale sfida. Per non disperdere le professionalità acquisite dai lavoratori e garantire loro continuità occupazionale, le grandi committenti del territorio, in particolare Leonardo, potrebbe trovare soluzioni per garantire continuità occupazionale ai lavoratori del gruppo Dema. Ad oggi non abbiamo informazioni ufficiali sulla avvenuta presentazione del piano industriale al tribunale di Napoli, ne notizie di acquirenti o eventuali partners industriali interessati al progetto di rilancio Dema e il termine per la presentazione del piano concordatario al Tribunale è imminente. Nei giorni scorsi si sono intensificati i contatti tra tutti i sindacati nazionali e provinciali e le diverse istituzioni, sia campane, sia pugliesi, con diversi incontri e manifestazioni. A tal proposito i sindacati territoriali di Brindisi unitariamente, hanno coinvolto diverse figure Istituzionali nei giorni scorsi, precisamente il Prefetto di Brindisi, l’onorevole Mauro Dattis, il sindaco di Brindisi e il Presidente della Task force Leo Caroli in rappresentanza della regione Puglia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura stabilimenti Dema-Dar, i sindacati annunciano sciopero di otto ore
BrindisiReport è in caricamento