rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Attualità

Identità di genere: un Centro di supporto per persone e famiglie in Puglia

La Giunta regionale ha istituito, presso il Policlinico di Bari, “Centro Regionale di Riferimento Disforia di Genere”

La Puglia avrà un “Centro Regionale di Riferimento Disforia di Genere”. Il servizio, con sede presso l’Azienda Ospedaliero Consorziale Policlinico di Bari, è stato istituito tramite una delibera approvata oggi (martedì 30 novembre) dalla giunta regionale, con i seguenti compiti e finalità: creare una rete esperta, che ricomprende tutte le risposte previste dal percorso clinico assistenziale, e che, anche attraverso una formazione specifica, possa costituire sempre più un punto di riferimento dove le persone e le famiglie possano trovare risposte alle problematiche che si trovano ad affrontare dal punto di vista clinico e sociale; potenziare la capacità di risposta del sistema sanitario regionale favorendo la collaborazione interorganizzativa tra i diversi servizi coinvolti.

Questi gli obiettivo del Centro: sostenere le situazioni di disagio incontrato dalle persone direttamente o indirettamente coinvolte nelle problematiche riguardanti l’identità di genere, rispondendo sia alle esigenze dei singoli, che delle famiglie; migliorare la qualità e la sicurezza delle risposte del sistema sanitario regionale alle problematiche connesse all'identità di genere attraverso un’efficace collaborazione ed un costante confronto tecnico professionale tra i diversi servizi coinvolti.

E poi ancora: migliorare la comunicazione nei confronti della popolazione su ruolo ed identità di genere, in modo da favorire un atteggiamento consapevole nei diversi contesti di vita; individuare l’intero percorso assistenziale, con il supporto di tutte le Unità operative coinvolte, fino all’intervento chirurgico, precisando inoltre che tutte le strutture direttamente impegnate nel percorso, sia in ambito medico che chirurgico, delle aziende coinvolte, operano in stretta sinergia; garantire le prestazioni sanitarie nei vari setting assistenziali: specialistica ambulatoriale, day- service, day- hospital/day- surgery, ricovero.

Per lo svolgimento dell’attività in questione, deve essere prevista presso il “Centro Regionale Disforia di Genere” la seguente dotazione organica minima, della quale dovrà tenersi conto in fase di determinazione del fabbisogno di personale del Policlinico di Bari: 2 unità di dirigenti psicologi; 2 unità dirigenti medici psichiatri. Entro 90 giorni dall’approvazione dello schema di provvedimento, la Sezione Strategia e Governo dell’Offerta, con il supporto del Centro Regionale di Riferimento Disforia di Genere”, definirà il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (Pdta), necessario alla reale presa in carico dell’utente per il trattamento clinico –assistenziale della disforia di genere, da approvarsi con apposito atto di Giunta regionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Identità di genere: un Centro di supporto per persone e famiglie in Puglia

BrindisiReport è in caricamento