Sabato, 31 Luglio 2021
Attualità

I lavoratori del servizio di pulizia e sanificazione Asl Brindisi pronti allo sciopero

Mercoledì 30 giugno con sit-in di mobilitazione attiva dei lavoratori interessati presso il presidio centrale Perrino dalle ore 10:30 alle ore 12.30

BRINDISI - La Fp Cgil Brindisi, impegnata in prima linea nella salvaguardia dei lavoratori Sanitaservice del servizio di pulizia e sanificazione, proclama ed indice lo sciopero di tali servizi per l’intera giornata di mercoledì 30 giugno con sit-in di mobilitazione attiva dei lavoratori interessati presso il presidio centrale Perrino dalle ore 10:30 alle ore 12.30.

"Narriamo una platea storica di 270 lavoratori a garanzia del servizio di pulizia e sanificazione della Asl Brindisi da più di 20 anni che rivendicano il diritto di non aver lese le legittime aspettative di non essere esternalizzati e di non regredire secondo le opportunità contrattuali e retributive già acquisite,  riconosciute  a fatica nel tempo a seguito di tanti interventi sindacali e in attuazione ad accordi intercorsi sindacali, con le parti datoriali che ora vedono un mancato riscontro nei tempi e nelle figure impiegabili". Spiegano il segretario generale Pancrazio Tedesco e la responsabile contrattazione Chiara Cleopazzo nella nota che annuncia lo sciopero. 

"I lavoratori storici del pulimento infatti subirono un processo di internalizzazione a decorrere dal 01/03/2015. A seguito poi di una sentenza del Consiglio di Stato si decretò in ultimo grado, che il servizio doveva essere esternalizzato. Grazie al coinvolgimento della Task Force sindacale e su sollecitazioni Fp Cgil Brindisi, con innumerevoli e datate manifestazioni dei lavoratori  si convenne a ricollocare la platea storica nei servizi di ausiliariato di sanitaservice. Oggi facendo seguito a tale determinazione  tra le parti e ad innumerevoli accordi ed incontri decentrati sindacali a rappresentare questi lavoratori a soli pochi passi dall’ esternalizzazione del servizio con relativa ricollocazione dei lavoratori del servizio di pulizia si apprende invece proroga con successiva copertura di posti vacanti in ausiliariato di neo assunti a discapito di questi lavoratori storici".

"Chiediamo come  Fp Cgil di ricollocare il personale storico avente diritto e di non deludere accordi noti e storici che discrimininino e ledano questa platea già duramente colpita dalla paura del domani. Sciopereremo al fianco dei lavoratori preoccupati e siamo pronti a sollecitare nuovamente fari di cabine di regia regionale qualora la situazione dovesse ancora reiterare comportamenti non chiari e definitivi nei confronti di una platea che merita di definire e chiudere una brutta pagina in cui anzianità di servizio e garanzie certe per troppo tempo hanno visto baipassare nuove figure a discapito delle preesistenti. Rileviamo comportamenti lesivi inoltre tesi ad intimidire tale platea. Non indietreggeremo per nessun motivo! Rammentiamo che l’art. 40 della Costituzione Italiana riconosce il diritto di sciopero. Tale diritto eserciteremo al fianco dei lavoratori restando disponibili solo a interlocuzioni che parlino di fatti compiuti e tempi certi accordati e sottoscritti tra le parti….”fatti non parole per i lavoratori del Pulimento”.

"Riteniamo quindi grave ed inopportuno dissuadere il personale circa il diritto garantito di sciopero che eserciteremo giorno 30 giugno 2021, pronti anche a raggiungere Bari ancora e di seguito se la vertenza non troverà fine e definizione certa. Ai lavoratori tutti del servizio di pulizia e sanificazione và il nostro appello e la nostra vicinanza. Non mollate, siamo con voi, ci siamo e cisaremo". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I lavoratori del servizio di pulizia e sanificazione Asl Brindisi pronti allo sciopero

BrindisiReport è in caricamento