Attualità Ostuni

L'Aido piange Paolo Caroli: "Grande persona, sensibile e generosa"

Storico direttore del laboratorio di analisi cliniche di Ostuni e presidente dell'Aido di Ostuni, aveva contratto il Covid

OSTUNI – L’Aido (Associazione italiana per la donazione di organi) piange la scomparsa del dottor Paolo Caroli, vittima del Covid. Il decesso è avvenuto ieri sera (venerdì 19 marzo). “Un volontario – si legge in una nota della sezione provinciale e dei gruppi comunali di Brindisi, Francavilla, Fasano, Ostuni, Erchie dell'Aido - una grande persona, sensibile e generosa”. Caroli è stato direttore dello storico laboratorio di Analisi di Ostuni, per anni presidente Provinciale Aido di Brindisi e attualmente presidente Aido della Città Bianca, la sua città. 

“Persona profondamente stimata per la sua professionalità e umanità. Insieme alla moglie Meriana, con grande altruismo, ha acconsentito alla donazione degli organi della figlia diciottenne, persa prematuramente, permettendo così ad altre vite di rinascere. Ora la nostra sezione provinciale porta il suo nome. Questa epidemia, in pochi giorni, ci ha privati di un amico, una persona buona e solidale”. “Non è facile trovare le parole in questo momento di profondo dolore, l'Aido tutta si stringe attorno alla Famiglia Caroli, cui va il nostro affetto e la nostra vicinanza. Paolo, ci mancherai”. 

Un messaggio di cordoglio è stato scritto anche dal sindaco di Ostuni, Guglielmo Cavallo, sul suo profilo facebook. “La prematura scomparsa della figlia Francesca – scrive il primo cittadino - lo spinse ad impegnarsi ancora di più nell'ambito sociale. Era presidente dell'Aido (Associazione Italiana Donatori Organi) e ha ricoperto incarichi politici fino ai primi anni 2000, militando a lungo nella Democrazia Cristiana. Insieme a tutta la comunità di Ostuni, mi stringo con affetto a Meriana e Federica in questo doloroso momento, ricordando l'amico Paolo da sempre vicino alla mia famiglia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Aido piange Paolo Caroli: "Grande persona, sensibile e generosa"

BrindisiReport è in caricamento