Virus. Ora d'aria per i bambini, il pediatra Moramarco: "State a casa"

Matarrelli (Mesagne) si dissocia da questa iniziativa e chiede ai genitori di non uscire. Conte (San Vito) si appella al buon senso

La circolare del ministero dell’Interno pubblicata ieri ha previsto che i minori possano uscire a camminare accompagnati da un solo genitore in prossimità della propria abitazione. La ritiene una stupidaggine il primario del reparto di Pediatria dell'opedale "Perrino", Fulvio Moramarco, che invita " a stare a casa soprattutto con i bambini. Non è l'ora d'aria che serve ma il vostro amore ai bambini, le vostre attenzone ed il vostro cuore." Dello stesso parere il sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli, che invita i genitori a non avvalersi di tale possibilità, mentre Domenico Conte, primo cittadino di San Vito dei Normanni, annuncia che ci saranno controlli sull'osservanza delle disposizioni. 

Mesagne

"Il rischio grave è che questo segnale di allentamento delle misure di contrasto alla diffusione del Covid-19 vanifichi gli sforzi e i sacrifici compiuti finora - afferma il sindaco Toni Matarrelli - come chiarito in modo autorevole da scienziati, virologi, pediatri, l’applicazione di rigide misure restrittive ha consentito fino ad oggi di contenere la curva dei contagi del coronavirus. Alla luce dell’ordinanza a mia firma, ribadisco l’assoluto divieto a svolgere attività di jogging e attività motoria all’aperto. Non è tempo di abbassare la guardia, sarebbe un errore che potrebbe rivelarsi irreparabile. Sappiamo bene che si tratta di continuare a sacrificare un bene sacro, quale è la libertà, ma occorre pensare, ogni volta che le restrizioni sembrano diventare insopportabili, che tale sacrificio serve per tutelare la salute di tutti e la vita, nostra e di coloro che più amiamo, primi fra tutti i bambini."

San Vito dei Normanni

"Nel rassicurare che gli operatori vigileranno sulla stretta osservanza della prossimità rispetto all'abitazione - afferma, invece, Domenico Conte - confido nel massimo senso di responsabilità di tutti i genitori che, naturalmente, hanno a cuore prima di me la salute ei propri figli e, pertanto, nella prosecuzione dei comportamenti finora messi in atto.  Considerato che il picco è previsto tra pochi giorni e che finora nella nostra Provincia, ma in tutta la Puglia, le misure di contenimento sembrano aver prodotto qualche positivo risultato, non molliamo ora.   I nostri bambini hanno nelle proprie case tutti i comfort e nei loro cuori tutta la forza morale e la capacità di adattamento di cui hanno già dato ampia e insospettabile prova, per poter 'resistere' ancora."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • La Puglia passa in zona gialla: cosa cambia fino al 21 dicembre

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

Torna su
BrindisiReport è in caricamento