Mercoledì, 17 Luglio 2024
Attualità Ostuni

Ostuni, undici milioni di euro per migliorare il sistema idrico: "Grandi opportunità per il territorio"

Miglioramento della rete idrica e tante nuove opportunità: Pomes e Matarrelli avviano una nuova stagione nei rapporti tra Comune, Aip e Aqp

OSTUNI - “Undici milioni di euro per migliorare il sistema idrico della Città Bianca, ma soprattutto l’avvio di un periodo di grandi opportunità per Ostuni e il suo territorio”. Toni Matarrelli e Angelo Pomes danno il via ad una nuova stagione per la Città di Ostuni fatta di grossi finanziamenti e grandi opportunità per migliorare la rete idrica e fognaria del centro abitato di Ostuni, di alcune aree rurali e delle zone marine. 

Nel salone dei sindaci del Comune di Ostuni è stato presentato un progetto “Riabilitazione della condotta di adduzione e distribuzione da Ceglie Messapica a Ostuni". Un progetto importante che porterà tanti benefici alla rete idrica e che sarà solo il primo di una serie di interventi finanziati dall’Autorità idrica Pugliese sul territorio del comune di Ostuni. Il presidente dell’Aip, Toni Matarrelli ed il sindaco di Ostuni, Angelo Pomes hanno avviato quella che può essere definita una nuova stagione per la rete idrico-fognaria della Città Bianca.  

“Intanto un investimento di 11 milioni e 200 mila euro che dovrà essere cantierizzato in tempi rapidi e concluso entro il 2026” dice con soddisfazione il sindaco Pomes “un lavoro sull’adduzione idrica tra Ceglie Messapica e Ostuni che avrà benefici su tutta la rete idrica, in termine di azzeramento della dispersione e potenziamento della portata e della pressione. Questa presentazione è stata l’occasione per segnalare una serie di interventi importanti per il nostro territorio. Intanto nella zona urbana a valle del centro storico, nella zona industriale o in alcune aree periferiche. Abbiamo formalizzato un elenco di zone urbane sprovviste della rete idrico-fognaria".

"L'occasione è stata propizia per evidenziare l'importanza della realizzazione del sistema idrico-fognario della zona sud della nostra marina  e di alcune aree rurali. Questa ritrovata sinergia tra parte politica e parte tecnica e con enti importanti come Aip e Aqp porteranno benefici incredibili sul nostro territorio. Scriviamo una nuova pagina per lo sviluppo della nostra città in termini di attrattività di investimenti privati e reperimento di finanziamenti pubblici soprattutto in un ambito di civiltà e progresso come quello idrico-fognario”.

Grande soddisfazione è stata espressa anche dal presidente dell’Aip, Toni Matarrelli (anche nel suo ruolo di presidente della Provincia di Brindisi). “Un investimento che consetirà al comune di avere dei vantaggi enormi. Pensate che la macrocondotta tra Ceglie e Ostuni ha una dispersione che si aggira intorno al 50 per cento. Con questo intervento la dispersione si azzererà e la pressione aumenterà con grossi vantaggi anche per le zone marine”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostuni, undici milioni di euro per migliorare il sistema idrico: "Grandi opportunità per il territorio"
BrindisiReport è in caricamento