menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parcheggi a pagamento, in una via del centro un cartello indica orari sbagliati

In via De Flagilla nel centro storico c'è un cartello che indica il parcheggio a pagamento in orari diversi rispetto a quelli previsti nell'ultima ordinanza

BRINDISI - Evidentemente il salasso propinato agli automobilisti brindisini e forestieri determinato dalla decisione di far pagare, nei tantissimi stalli blu disegnati nel centro cittadino, il ticket parcheggi di 1 euro l'ora, ininterrottamente dalle ore 8 alle ore 21 nei giorni feriali e addirittura dalla ore 8 alle ore 24 nei giorni preferiali, deve essere stato ritenuto a palazzo un’esperienza del passato troppo importante, troppo bella e soddisfacente per potersene liberare completamente. Senza lasciare traccia alcuna, con il rischio di poterne smarrire  il ricordo.

Forse proprio per questo si è pensato di mantenere ancora la relativa segnaletica stradale, in una via del centro storico, via De Flagilla, come elemento per evocare quella esperienza, per rimanere in qualche modo in contatto con quel progetto. Ma c'è anche il rischio, ma forse la certezza, che possa  aver indotto in errore i forestieri, ma anche i brindisini, assaliti dal dubbio o non perfettamente informati, a pagare il parcheggio anche nelle ore in cui non c'è niente da pagare.

Risale infatti al 16 luglio del 2018 la delibera con la quale la giunta comunale decise di approvare, a partire dal successivo 1° agosto 2018, la gratuità della sosta dalle ore 14 alle 16 di tutti i giorni feriali e dalle ore 21 alle 24 dei giorni prefestivi. 

Nella stessa demandava al dirigente del settore Trasporti l'adozione di ogni atto necessario alla attuazione  delle disposizioni in termini di tariffazione e la trasmissione del provvedimento al dirigente della Polizia locale e all'Amministratore della Bms per gli adempimenti necessari, fra i quali era compresa la modifica della cartellonistica. Compreso naturalmente quello di aggiornare la segnaletica relativa alla tariffazione.

Nonostante siano ormai trascorsi circa 300 giorni, quella  tabella  non è stata aggiornata, e nessuno si  è accorto di quella irregolarità.  C'è anche da mettere in conto quantomeno il giudizio negativo nei confronti dell'Amministrazione Comunale di quanti siano venuti a conoscenza,  che in quegli orari con c'era niente da pagare. Un rischio che evidentemente viene ritenuto accettabile, rispetto alla soddisfazione e alla dolcezza del ricordo. 

Nondimeno, non può  essere rimossa  la sensazione di trascuratezza e di scarsa efficienza in chi ne ha la responsabilità e sarebbe dovuto intervenire con tempestività. Rimane la speranza che non debbano trascorrere altri 10 mesi per trovare quella strada e  mettere  a posto quella segnaletica. Naturalmente non è proprio  il caso di  parlare  di efficienza e di controllo del territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Politica

    Il Tar dà ragione a Maiorano, eletto sindaco per due voti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento