rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Attualità

Parco Punta Penne Punta del Serrone: divieti violati pur di raggiungere il mare in auto

Oggi, domenica 1 maggio, approfittando delle temperature quasi estive in molti si sono riversati sulle coste brindisine. E il parco Punta Penne Punta del Serrone rappresenta una delle mete più frequentate dai brindisini

BRINDISI - Ci sono i cartelli che indicano il percorso e vietano l'ingresso con i mezzi a motore, ci sono le barriere in legno che bloccano l'accesso per auto e moto ma soprattutto c'è una distesa di macchia mediterranea che regala un paesaggio mozzafiato con lo sfondo del mare che solo a guardarla dovrebbe far venire voglia di proteggerla. Invece purtroppo c'è chi ignora spudoratamente tanta bellezza (che si tenta di tutelare in tutti i modi) e abbatte le barriere per raggiungere la costa in auto. C'è anche chi, trovando il varco bello e pronto, continua a ignorare i divieti e si intrufola nella Natura. Per non fare due passi a piedi. E' quanto accade al Parco Punta Penne Punta Serrone, un'area di 23 ettari situata sul litorale nord di Brindisi compresa tra la zona denominata "Cavallino Bianco" e la spiaggia di "Granchio Rosso", inaugurata nel 2014  dopo un'importante operazione di ripristino e bonifica costata oltre 2milioni di euro. 

parco punta penne punta del serrone2-2

Si tratta di un parco realizzato su un territorio costiero di proprietà del demanio della Marina Militare, composto da scogli con vegetazione spontanea e varie essenze autoctone della macchia mediterranea, alcune in via di estinzione. L'area è recintata sui fronti liberi con cancelli e ingressi pedonali, all'interno i percorsi sono arricchiti di cartellonistica e bacheche informative ed illustrative, e anche una di queste è stata divelta. 

parco punta penne punta del serrone3-2

Oggi, domenica 1 maggio, approfittando delle temperature quasi estive in molti si sono riversati sulle coste brindisine. E il parco Punta Penne Punta del Serrone rappresenta una delle mete più frequentate dai brindisini. Peccato, però, che non tutti rispettano le regole e la Natura e pur di arrivare sul litorale in auto sono pronti ad abbattere barriere o a ignorare i cartelli. Non è la prima volta che il grande parco costiero viene deturpato e abusato dagli incivili, in più occasioni la redazione di questo giornale ha raccontato di motocross selvaggio, vandalismo e abbandono di rifiuti. Ma vale sempre la pena raccontare l'inciviltà, nella speranza che prima o poi le cose cambino. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Punta Penne Punta del Serrone: divieti violati pur di raggiungere il mare in auto

BrindisiReport è in caricamento