"Virus programmato?": post di una candidata sindaco scatena bufera social

Tiziana Rizzo, candidata a Latiano, sulla positività al Covid di Flavio Briatore: "Si chiama Karma o potrebbe essere un piano prestabilito?"

LATIANO – Il post è stato eliminato, ma è ormai inarrestabile l’effetto domino dei commenti e delle condivisioni. Hanno scatenato un’autentica bufera social le considerazioni espresse nella giornata di ieri (mercoledì 26 agosto) dalla candidata sindaco del Comune di Latiano, Teodora Tiziana Rizzo, sul coronavirus. La Rizzo, già assessore alle Politiche sociali, in lizza per la fascia tricolore con il sostegno di Fratelli d’Italia, ha preso spunto dalla vicenda di Flavio Briatore, ricoverato al San Raffaele con tampone positivo al coronavirus, per dire la sua sulla pandemia.

 “Mah – si leggeva fino a qualche ora fa sul profilo Facebook di Teodora Tiziana Rizzo – ci sono tante cose che non tornano. Risulterò impopolare ma è mia natura esprimere i miei pensieri e condividerli. Briatore c’è chi lo ama e chi lo odia ma sorvoliamo, ognuno si deve sentire libero di esprimere i suoi pareri”. “Invito però tutti – prosegue la Rizzo – a una riflessione. Briatore solo qualche settimana fa aveva criticato il governo in quanto non condivideva le misure di restrizione…a distanza di pochi giorni tra tante discoteche sparse in tutta Italia proprio nella sua discoteca scoppia un focolaio di Covid…e lo becca anche lui”. 

“Sorge logico e naturale pensare – scrive ancora la Rizzo - che il Covid sia qualcosa di chimico che viene programmato? Dico una eresia forse? Oppure può essere che un portatore ci venga mandato apposta in un determinato posto per infettare tutti? Non sono impazzita ma, considerate le circostanze, qualcosa non torna”. "Questo – conclude la candidata sindaco – si chiama Karma o potrebbe essere un piano prestabilito? Non voglio creare allarmismi ma a mio avviso siamo in grave pericolo e non possiamo rimanere in silenzio, inermi a guardare”. 

Nel giro di poche ore sono arrivati numerosi commenti, quasi tutti di segno negativo nei confronti della candidata. Oggi pomeriggio la giornalista Selvaggia Lucarelli, molto attiva sui social, ha condiviso uno screen shoot di quel post sui suoi profili Twitter (dove è seguita da 977.744 follower) e Facebook, contribuendo a renderlo virale. Intanto l’ex assessore, dopo aver rimosso le sue "riflessioni", era tornata sull’argomento, scrivendo: “Ho eliminato un post dove avevo espresso un mio pensiero”. “Sono arrivate – prosegue - accuse infamanti sulla mia persona da persone che non sono miei amici e che non conosco. Chiedo scusa a tutti voi ma per chi mi conosce da sempre sa che non tollero le accuse e offese gratuite alla persona e le violenze verbali. Questa è la dimostrazione che il libero confronto politico non esiste se non attraverso denigrazioni e insulti. Mi spiace solo non poter esprimere più sulla mia bacheca i miei pensieri. Nella mia ‘casa’ chiedo educazione e rispetto così come ho sempre fatto io”. Anche in questo caso i commenti fioccano a profusione (oltre 2mila a sette ore dalla pubblicazione). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ballerino Alessandro Cavallo entra nella scuola di "Amici" di Maria De Filippi

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Addio a Fabio D'Aprile: lutto nel basket brindisino

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

  • Covid: "Vaccinate anche delle persone che non avevano priorità"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento