rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Attualità

Nel Presepe delle Diocesi di Brindisi-Ostuni ed Oria la statuetta del florovivaista

Il dono della Coldiretti e la Confartigianato in occasione del Santo Natale. La statuina raffigura un’imprenditrice simbolo delle aziende che operano nella cura e manutenzione del verde

BRINDISI -  Anche quest’anno la Coldiretti e la Confartigianato, in occasione del Santo Natale hanno offerto in dono una statuina per i Presepi delle rispettive Diocesi di Brindisi-Ostuni e di Oria. A consegnarle nelle mani dell’Arcivescovo Mons. Domenico Caliandro e del Vescovo Mons. Vincenzo Pisanello i rappresentanti delle Confederazioni brindisine.

A Brindisi, per Coldiretti erano presenti il presidente De Miccolis Angelini Filippo, il vicedirettore Gino Vulcano e il segretario di
zona di Brindisi Antonio Febbraro, mentre per Confartigianato il direttore Teodoro Piscopiello e la vicepresidente Serena Carlucci.
Ad Oria, per Coldiretti, insieme al presidente ed al vicedirettore era presente il responsabile della sede di Mesagne, Antonio Porro, per Confartigianato il direttore Alfonso Panzetta ed il presidente Alessio Incalza. La statuina del Presepe di quest’anno raffigura un’imprenditrice simbolo delle aziende che operano nella cura e manutenzione del verde.

foto n. 2 Vescovo Oria WhatsApp Image 2022-12-20 at 12.15.24 (1)

Obiettivo dell’iniziativa, promossa da Fondazione Symbola, Confartigianato e Coldiretti, nell’ambito del Manifesto di Assisi, è quello
di aggiungere ogni anno al presepe figure che ci parlino del presente ma anche del futuro. Nel 2020 fu un’infermiera a ricordare il
debito che ci lega in tempo di Covid a tutti coloro che operano nella sanità. Lo scorso anno è stato l’imprenditore che, cogliendo le
opportunità della digitalizzazione, ha affrontato le difficoltà della pandemia per continuare a garantire servizi e prodotti ai cittadini
nonostante le limitazioni e i lockdown.

La statuina per il Presepe 2022 vuole raffigurare l’impegno per uno sviluppo economico sostenibile e rispettoso dell’ambiente. Inserire questa “nuova” figura, una florovivaista simbolo delle imprese impegnate nella cura e manutenzione del nostro patrimonio verde e della biodiversità, è un’idea inedita per parlare di un’agricoltura plurale e differenziata, che produce cibo e insieme, beni immateriali indispensabili per la qualità della vita. Le statuine sono state realizzate dal maestro artigiano leccese Claudio Riso e consegnate ai Vescovi delle 226 Diocesi italiane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel Presepe delle Diocesi di Brindisi-Ostuni ed Oria la statuetta del florovivaista

BrindisiReport è in caricamento