San Pietro: continuano ad aumentare i casi positivi e si abbassa l'età media

Alla data del 22.10.2020 il numero dei positivi è salito a 15, con un aumento del 50 per cento rispetto al giorno precedente

SAN PIETRO VERNOTICO - "Come previsto i ritmi di contagio sono sempre più elevati. Alla data del 22.10.2020 il numero dei positivi è salito a 15, con un aumento del 50 per cento rispetto al giorno precedente. Per meglio rappresentare il problema in data 18.10 avevamo un positivo ogni 4600 abitanti; il 21.10 un positivo ogni 1300 abitanti circa; il 22.10  positivo ogni 900 abitanti circa. Non sono in possesso dei dati relativi ai contagiati alla data odierna, ma ho avuto notizia ufficiosa di altri positivi. L’età media dei positivi è di circa 40 anni". Inizia così una nota del sindaco di San Pietro Vernotico sullo stato dei contagi sul territorio sampietrano. 

"Purtroppo, come avete forse già letto su altre testate giornalistiche, è deceduta una persona che, unitamente ad alte patologie,  aveva contratto il virus. Ai famigliari il più sentito cordoglio ed un sincero abbraccio da parte della comunità intera. Come un abbraccio sincero da parte della comunità è rivolto a chi non è asintomatico ed è ricoverato al Perrino in regime ospedaliero per le conseguenze della malattia: a differenza di quanto indicato nel precedente comunicato, abbiamo almeno una persona che, causa Covid 19,  ha subito un peggioramento delle condizioni fisiche ed è degente in ospedale". 

"Il virus avanza senza tentennamenti, ed in attesa di conoscere le determinazioni delle Autorità Regionali e nazionali, invito ancora una volta tutti a rispettare le norme già vigenti, il distanziamento, e ad uscire il meno possibile dalla propria abitazione indossando sempre la mascherina. Evitate i contatti con persone anziane ed immunodepresse, non ponete a rischio la loro vita. I dati relativi alla età media ci devono tuttavia fare riflettere sulle generazioni che oggi sembrano più a rischio contagio, ed a richiedere ai giovani maggiore prudenza".

"Tutti siamo consapevoli di quanto sia drammatico dover rispettare provvedimenti più restrittivi, rispetto a quelli oggi in vigore, qualora siano adottati, per gli innegabili riflessi che ciò comporterà per la nostra vita e per l’economia del Paese: dobbiamo tuttavia aumentare il livello di responsabilità.  Attendo di leggere il nuovo Dpcm che il Presidente del Consiglio unitamente al Governo sta elaborando, ma qualora dovesse continuare tale trend di crescita ed in assenza di provvedimenti emessi dalle Autorità nazionali e regionali (che non siano contraddittori come quelli involgenti la scuola) si valuterà l’adozione di provvedimenti anche a livello locale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento