menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santa Teresa, ossigeno per i lavoratori sino alla fine luglio

La Regione Puglia ha riconosciuto cinque milioni di euro alla Provincia: oggi il Consiglio dell'Amministrazione ha preso atto dello "svincolo" con impegno del presidente Bruno a destinare la somma in favore della società in house

BRINDISI – C’è ossigeno sino alla fine del mese di luglio per la Santa Teresa e arriva dalla Regione Puglia che nei giorni scorsi ha “liberato” la somma pari a cinque milioni di euro, chiesta dalla Provincia per finanziare i servizi della società in house a rischio di caduta.

protesta santa teresa-2Non è la soluzione del problema legato al futuro della Santa Teresa, ma un tampone che permette di coprire i costi per il pagamento delle attività svolte e di conseguenza degli stipendi dei lavoratori sino al 31 luglio prossimo. E poi? L’interrogativo resta, con tutto il dramma vissuto dai lavoratori che nelle scorse settimane hanno presidiato il Palazzo. Assieme alla speranza del presidente della Provincia, Maurizio Bruno, di ottenere “ nuovi e auspicabili sviluppi e interventi esterni”.

Ma sulla provenienza degli apporti esterni, non si dice altro. Per lo meno non nella nota stampa con cui dal Palazzo sede della Provincia è stata data notizia dell’esito del Consiglio che si è riunito oggi.

I componenti, nella “riunione odierna”, hanno “preso atto dello svincolo, con Deliberazione regionale 1009 del 2016, dei fondi da parte della Regione Puglia in favore della Provincia della Brindisi, ammontanti a poco più di 5 milioni di Euro e destinati al settore Ambiente”.

“Tuttavia, la Legge di Stabilità consente tali svincoli solo se questi fondi vengono inglobati preliminarmente nel bilancio generale degli Enti”, si legge sempre nel comunicato. “In particolare, la Provincia di Brindisi li utilizzerà, al netto dei fondi già spesi, per riequilibrare in parte il proprio bilancio in notevole squilibrio, così come da relazione del direttore di Ragioneria”.

“Con tali somme – ha detto il presidente Maurizio Bruno - si provvederà a far continuare i servizi e a tenere in vita la società in house Santa Teresa fino al 31 luglio”. Dal primo agosto, punto e a capo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia, prosegue il calo dei posti letto occupati

  • Attualità

    Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

  • Annunci

    Sfratti Parco Bove: il segretario Cobas martedì davanti al gup

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento