Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Spaccio di droga ed evasione: la giustizia presenta il conto a tre persone

Due spacciatori brindisini e un evaso mesagnese presi dai carabinieri delle locali stazioni. Per i due brindisini scatterà un periodo di detenzione per pena residua, mentre il mesagnese, colpevole di evasione, dovrà scontare sei mesi ai domiciliari

BRINDISI - I carabinieri della stazione di Brindisi - Centro hanno arrestato, nella giornata di ieri (25 marzo), due brindisini, Giancarlo Bagorda, 42 anni, e Vincenzo Schiavone, 38enne. Entrambi, dovendo scontare un periodo di detenzione per pena residua legato al reato di possesso ai fini di spaccio di sostanza stupefacente continuato in concorso, sono stati accompagnati presso la casa circondariale brindisina.

Bagorda, raggiunto da un provvedimento emesso dalla Procura generale della Repubblica di Lecce, dovrà scontare la parte residua di una condanna a 4 anni e 6 mesi di reclusione per fatti risalenti al 2009, mentre Schiavone, colpito da un analogo provvedimento, dovrà scontare la parte residua di 6 anni.

I militari della stazione di Mesagne hanno arrestato Domenico Gallone, 33 anni, del posto. QUesti dovrà scontare la parte residua di una condanna a sei mesi di reclusione perché ritenuto colpevole di evasione, reato commesso nel dicembre del 2011. Per lui, raggiunto da un provvedimento della Procura della repubblica presso il tribunale di Brindisi - Ufficio esecuzioni penali, è scattato il regime di detenzione domiciliare presso la propria abitazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di droga ed evasione: la giustizia presenta il conto a tre persone

BrindisiReport è in caricamento