rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Oria

Giustizia fatta per Joe, eroe adolescente ucciso e sepolto su una spiaggia

Adesso si può dire: giustizia è fatta, per l'uccisione del 17enne italo-americano Joe De Stradis, eroe adolescente che pagò con la vita l'aver difeso una compagna, anch'essa minorenne, dalle molestie sessuali di un falegname di 61 anni. I carabinieri della stazione di Oria hanno arrestato la persona che la sera del 21 aprile 2004 attirò nella trappola mortale Joe

ORIA – Adesso si può dire: giustizia è fatta, per l’uccisione del 17enne italo-americano Joe De Stradis, eroe adolescente che pagò con la vita l’aver difeso una compagna, anch’essa minorenne, dalle molestie sessuali di un falegname di 61 anni. I carabinieri della stazione di Oria hanno arrestato la persona che la sera del 21 aprile 2004 attirò nella trappola mortale Joe, che si fidò considerandolo un amico: Luigi Caffa, oggi 30enne, dovrà scontare una pena residua di dieci anni, dieci mesi e 21 giorni di reclusione per concorso in sequestro di persona, omicidio doloso e occultamento di cadavere.

Joe De Stradis, la giovane vittimaPer giungere alla condanna definitiva di Caffa ci sono voluti più processi rispetto agli altri due protagonisti negativi di quella atroce vicenda. La condanna a 17 anni ricevuta in secondo grado dalla Corte d’Assise di Appello di Taranto il 17 novembre del 2010, fu annullata dalla Corte di Cassazione che rinviò ad una sezione diversa della stessa Assise d’Appello del capoluogo ionico il caso, accogliendo l’impugnazione dei difensori dell’imputato. Che alla fine una riduzione parziale l’ha ottenuta, ma non certo l’estraneità al reato di omicidio.

Luigi Caffa-2I tre responsabili del delitto furono spietati. Contano poco i pentimenti e la presunta volontà di non uccidere Joe De Stradis dichiarati successivamente. La vittima fu trascinata di forza su una spiaggia della costa ionica ben nota agli assassini, a Torre Borraco, colpita ripetutamente con un martello, e poi sepolta sotto la sabbia mentre era ancora in vita, come accertò l’esame autoptico. Il principale responsabile di questa vicenda, il falegname Francesco Fullone, condannato a 30 anni in secondo grado, è morto durante la detenzione.

Un altro ragazzo, 17enne come Joe De Stradis all’epoca del fatto, Fabio Palazzo (oggi 27enne) ricevette una condanna a 12 anni dalla magistratura per i minori, e poi fu arrestato l’8 ottobre del 2011 per scontare una pena di 10 anni e tre mesi. Tutti i fatti si svolsero ad Oria, città di origine della famiglia di Joe e dei suoi carnefici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giustizia fatta per Joe, eroe adolescente ucciso e sepolto su una spiaggia

BrindisiReport è in caricamento