Cronaca

Rapina al Famila di Brindisi: in due con fucile a canne mozze

Sono piombati all'interno del punto vendita della Torretta, rione Paradiso, e si sono fatti consegnare l'incasso della serata rimasto in cassa. Sono entrati dal retro. Caccia ai banditi

BRINDISI - Rapina al famila di Brindisi, in via della Torretta: questa sera, 11 dicembre, poco prima dell'orario di chiusura, due banditi armati di fucile a canne mozze hanno fatto irruzione nel punto vendita e hanno intimato alle cassiere di consegnare il denaro custodito nei registratori di cassa. Nel punto vendita non c'erano clienti, le saracinesche dell'entrata era state già abbassate, all'interno c'erano i dipendenti impegnati nelle operazioni di chiusura:  hanno visto arrivare due persone, con passamontagna e tute di colore verdi, puntare le armi. La rapina è stata consumata nel giro di pochi istanti.

Il Famila di via della Torretta

Immediato l'arrivo degli agenti della sezione Volanti e dei carabinieri. Posti di blocco sono stati già predisposti nella zona e nel capoluogo. Stando alla prima ricostruzione i due sarebbero riusciti a fuggire dallo stesso ingresso secondario, dove con ogni probabilità c'era un complice ad aspettarli in auto. Nel registratore di cassa c'erano 400 euro, secondo i primi conteggi. Acqusite le immagini del sistema di videosorveglianza.

Il colpo consumato oggi arriva a distanza di 24 ore da quello messo a segno ai danni del supermecato Di Meglio del rione Cappuccini, per il quale è stato arrestato un brindisino di 29 anni, Otello Bistonte, fermato da un agente in borghese. Famila anche lo scorso anno venne preso di mira da banditi armati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina al Famila di Brindisi: in due con fucile a canne mozze

BrindisiReport è in caricamento