Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

"Oceano" pronta a prendere il mare con bambini, anziani e diversamente abili

Far godere il mare ai bambini, ai disabili e agli anziani. Questo è l'obiettivo di Tonino Semeraro, 68 anni, brindisino anch'egli disabile e presidente dell'associazione onlus Club 84, impegnata nel sociale. L'uomo che esattamente 15 anni fa, con pazienza, volontà, forte spirito di iniziativa e con il contributo della Provincia di Brindisi, acquistò una barca per navigare nel mare interno, a servizio delle categorie da lui definite "protette", oggi (mercoledì 1 luglio), dopo un periodo di pausa, torna in acqua tra nuove, diverse e numerose iniziative

BRINDISI - Far godere il mare ai bambini, ai disabili e agli anziani. Questo è l’obiettivo di Tonino Semeraro, 68 anni, brindisino anch’egli disabile e presidente dell’associazione onlus Club 84, impegnata nel sociale. L’uomo che esattamente 15 anni fa, con pazienza, volontà, forte spirito di iniziativa e con il contributo della Provincia di Brindisi, acquistò una barca per navigare nel mare interno, a servizio delle categorie da lui definite “protette”, oggi (mercoledì 1 luglio), dopo un periodo di pausa, torna in acqua tra nuove, diverse e numerose iniziative.

Un ritorno il suo, al timone di “Oceano”, un’ex peschereccio che Semeraro ha tenuto fermo per diverso tempo non avendo le risorse per ristrutturarlo e che, adesso, a sue spese, con tanti sacrifici, è riuscito a rimettere in sesto, ridando vita al suo sogno: beneficiare insieme con i suoi compagni di viaggio delle bellezze del mare. Facendo un passo indietro, tutto è iniziato nel 1999, quando Tonino ha comprato la barca all’epoca e per una decina d’anni ormeggiata presso la Lega Navale di Brindisi.

Dario Montanaro, Tonino Semeraro e Claudio Nimis-2Nel tempo, al fianco di un gruppo di amici, ha svolto diverse attività. Ciò fino a quando un giorno non si è accorto che la barca per  poter continuare ad essere utilizzata aveva bisogno di manutenzione, che richiede discrete somme di denaro e che Semeraro in un primo momento è riuscito a ritagliare dalla sua pensione, poi non potendo contare sul sostegno degli enti, non ce l’ha più fatta ed è stato costretto a sospendere la sua avventura. Ma non ha mai abbandonato l’imbarcazione che prima o dopo sapeva di rimettere a nuovo, in funzione. Sono passati, infatti, i giorni, i mesi, gli anni e lui, per quel che erano le sue possibilità, ci ha lavorato su e una volta sistemata ha deciso di riprendere il percorso abbandonato in precedenza con attività annesse e connesse, chiedendo, però, questa volta, ospitalità al porticciolo turistico “Marina di Brindisi”.

“Stando a bordo di questa imbarcazione che, come vedete, abbiamo completamente ristrutturato – ha affermato Tonino Semeraro – riprendiamo finalmente il percorso interrotto quattro anni fa. Oggi avevamo programmato la prima escursione dell’anno, ma c’è un po’ di vento e quindi abbiamo deciso di rimandarla. Sono contento di aver rimesso in funzione la barca che condividerò con tante altre persone, appunto bambini, disabili, anziani a cui tengo molto. Faremo di tutto: dalle attività di nuoto, di pesca, alle escursioni e non solo. Questo avendo, tra l’altro, accanto gente specializzata che ci seguirà e sarà attenta alle esigenze di ognuno”.

Sarò io, inoltre, a portare la barca, visto che posseggo già da qualche tempo la patente nautica. Insomma, che dire, io sono pronto a vivere questa nuova avventura. E a tal proposito ringrazio l’intero consiglio di amministrazione della società “Bocca di Puglia” (proprietaria del porticciolo turistico, ndr), in particolare il presidente, Dario Montanaro, oltre a tutto il personale, specie nella persona di Claudio Nimis per l’ospitalità e il sostegno che ci hanno offerto.”

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Oceano" pronta a prendere il mare con bambini, anziani e diversamente abili

BrindisiReport è in caricamento