Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Arriva il circo e ricominciano le polemiche degli animalisti. Controlli di vigili e Asl

A partire dalle 17 di oggi (13 ottobre), la polizia municipale di Brindisi e il personale veterinario della Asl hanno portato a termine una serie di controlli al Circo Marina Orfei, arrivato da pochissimo nella nostra città per una serie di spettacoli che partiranno il 15 ottobre nell’area parcheggi del centro commerciale “Le Colonne”

BRINDISI - A partire dalle 17 di oggi (13 ottobre), la polizia municipale di Brindisi e il personale veterinario della Asl hanno portato a termine una serie di controlli al Circo Marina Orfei, arrivato da pochissimo nella nostra città per una serie di spettacoli che partiranno il 15 ottobre nell’area parcheggi del centro commerciale “Le Colonne”.

Che tra alcuni brindisini e il mondo circense, almeno quello legato a doppio filo con l’esibizione di animali, non scorresse buon sangue è cosa nota, dai sit-in, organizzati dalle associazioni animaliste locali, alle, diverse, azioni portate avanti dal sindaco Mimmo Consales, convinto animalista, che ha usato tutto quello che gli ha consentito la legge e la sua posizione politica per “eliminare” il circo con gli animali dalla nostra città (perdendo poi davanti al Tar).

Iniziò tutto nel settembre 2013, con un’ordinanza nella quale si sottolineava il potere diseducativo delle esibizioni di animali “in catene”. Una mossa che ebbe vita breve, il Circo Orfei ricorse al Tar, vinse e, dopo qualche tempo, piazzò, trionfante, il tendone, con tigri e giraffe annesse, in città. Da lì un susseguirsi di botta e risposta tra il sindaco, a capo di una delegazione formata da cittadini, in testa Antonella Brunetti, deus ex machina degli animalisti nostrani, e gli operatori circensi.

Una battaglia tra dichiarazioni sulla stampa, sit-in, e “guerra mediatica” a colpi di manifesti, da una parte quelli in cui erano rappresentati elefanti in livrea e trapezisti scintillanti la facevano e dall’altra slogan che intimavano al circo con animali di non essere i benvenuti. Una battaglia che ancora oggi non vede la fine, infatti dopo una segnalazione giunta al comando dei vigili urbani dalla stessa Antonella Brunetti, gli agenti, sotto il comando del colonnello Teodoro Nigro, si sono presentati davanti il tendone della famiglia Orfei per portare a termine dei controlli sanitari. Nessuna irregolarità, per il momento, dovrebbe essere stata riscontrata.

Fatto sta che se gli organizzatori continuano ad inserire in calendario spettacoli nella nostra città, seppur consci che una piccola  parte della cittadinanza non gli accoglierà a braccia aperte, un motivo ci sarà.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva il circo e ricominciano le polemiche degli animalisti. Controlli di vigili e Asl

BrindisiReport è in caricamento