menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Enzo Bianco

Enzo Bianco

A Brindisi il ministro dell'Operazione Primavera

BRINDISI – “Dall’Operazione Primavera alla Primavera della Legalità” è il convegno che lunedì 15 marzo alle 17, a dieci anni dai fatti, rievocherà l’intervento repressivo organizzato dallo Stato che nel marzo-aprile del 2000 smantellò radicalmente la rete logistica del contrabbando nel Brindisino e in Puglia. L’incontro si svolgerà nel salone di rappresentanza della Provincia con il ministro dell’Interno dell’epoca, Enzo Bianco, attuale membro della Commissione Affari costituzionali della Presidenza del Consiglio.

BRINDISI - "Dall'Operazione Primavera alla Primavera della Legalità" è il convegno che lunedì 15 marzo alle 17, a dieci anni dai fatti, rievocherà l'intervento repressivo organizzato dallo Stato che nel marzo-aprile del 2000 smantellò radicalmente la rete logistica del contrabbando nel Brindisino e in Puglia. L'incontro si svolgerà nel salone di rappresentanza della Provincia con il ministro dell'Interno dell'epoca, Enzo Bianco, attuale membro della Commissione Affari costituzionali della Presidenza del Consiglio.

A Bianco andrà il primo dei riconoscimenti che saranno consegnati al termine ai protagonisti dell'Operazione Primavera. Massimo Ferrarese, presidente della Provincia, e il sindaco di Brindisi, Domenico Mennitti, apriranno i lavori, assieme al prefetto Domenico Cuttaia e al presidente del Tribunale,Francesco Giardino. Poi le relazioni del procuratore capo di Brindisi, Marco Di Napoli, del giornalista ed ex parlamentare Giuseppe Giacovazzo, e le conclusioni dello stesso Enzo Bianco. L'incontro sarà moderato da Vittorio Bruno Stamerra, direttore del "Quotidiano di Brindisi, Lecce e Taranto" nei periodi più duri dello scontro tra contrabbando e istituzioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento