menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abbattuto e fatto a pezzi ulivo ornamentale: proteste a Tuturano

Non è stato accettato da molta gente il taglio di uno dei due ulivi ornamentali in piazza Regina Margherita, nella frazione brindisina di Tuturano, avvenuto nella mattinata di lunedì nel corso di interventi di ristrutturazione del sito

TUTURANO - Non è stato accettato da molta gente il taglio di uno dei due ulivi ornamentali in piazza Regina Margherita, nella frazione brindisina di Tuturano, avvenuto nella mattinata di lunedì nel corso di interventi di ristrutturazione del sito. La pianta secolare, secondo quanto discusso e valutato in sede di laboratorio urbano di comunità, si sarebbe dovuta espiantare con ogni cura e rimettere a dimora in un altro luogo della frazione brindisina, o in campagna.

"La comunità tuturanese apprende con sdegno e sconcerto l'abbattimento del secolare ulivo in piazza Regina Margherita, che era stato installato, insieme ad un altro ulivo ,fortunatamente ancora intero perchè coperto da 'vincolo di interesse culturale', nella piazza principale della frazione di Tuturano per poter abbellire la piazza, quando parecchi anni addietro venne rifatta. La scena che si è presentata davanti alla comunità, è stata davvero cruenta quando l'ulivo è stato letteralmente divelto, fatto a pezzi e caricato su un camion", denuncia un comunicato.

ulivo abbattuto-3

"La gravità inaudita di tale atto, su un bene tanto prezioso, che in questi tempi si sta cercando di salvaguardare nel Salento a causa dei problemi connessi all'impianto Tap, è davvero sconcertante. Ricordiamo a tal proposito - prosegue il comunicato -  l'articolo 9 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio: 'La Repubblica tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione'.Nel 2004, è stato emanato il 'Codice dei Beni culturali e del paesaggio' (D.lgs 42/2004 s.m.i.) che nel suo articolato comprende tra i 'beni culturali' all’art.10 comma 4, le architetture rurali aventi interesse storico od etno-antropologico quali testimonianze dell’economia rurale tradizionale; i 'beni ambientali”'da tutelare nella pianificazione paesaggistica delle Regioni all’art.135, comma 4, lettera d, valori paesaggistici riconosciuti e tutelati, con particolare attenzione alla salvaguardia dei paesaggi rurali e dei siti inseriti nella lista del patrimonio mondiale dell'Unesco".

Come mai tali leggi non siano state prese in considerazione durante i lavori in piazza Regina Margherita a Tuturano, si chiedono i cittadini che segnalano l'abbattimento dell'ulivo secolare. Era stato un precedente laboratorio urbano della comunità, nel 2014, a stabilire che gli ulivi di Piazza Regina Margherita. "A tal riguardo, nella speranza di un confronto e un chiarimento, invitiamo gli addetti ai lavori a farsi avanti e avere un colloquio, con delle risposte, per fornire spiegazioni valide alla comunità tuturanese circa l'abbattimento dell'ulivo, e di quest'altro affronto perpetuato alla sua storia e alla sua cultura".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento