Aggredito durante la Notte dei Maya

CISTERNINO – Aggredito in pieno centro, durante i festeggiamenti della “Notte dei Maya” un macellaio cistranese che la notte scorsa alle 2,30 si trovava in piazza dell'Orologio nel cuore del centro storico di Cisternino per festeggiare la presunta fine del mondo. L'uomo è stato colpito da un pugno in faccia e poi trascinato da tre individui in un vicolo poco distante dalla piazza per essere derubato.

La piazza dell'Orologio a Cisternino ieri sera

CISTERNINO – Aggredito in pieno centro, durante i festeggiamenti della “Notte dei Maya” un macellaio cistranese che la notte scorsa alle 2,30 si trovava in piazza dell'Orologio nel cuore del centro storico di Cisternino per festeggiare la presunta fine del mondo. L'uomo è stato colpito da un pugno in faccia e poi trascinato da tre individui in un vicolo poco distante dalla piazza per essere derubato.

Il macellaio è riuscito, però, a liberarsi e a richiedere l'intervento dei carabinieri. Uno dei suoi aggressori è stato individuato e arrestato per tentata rapina e lesioni. Si tratta di Angelo Semeraro di 26 anni. La vittima di questo pestaggio (52 anni, macelleria con rosticceria annessa), invece, è stata trasportata in ospedale dove è stata medicata, ha riportato ferite e contusioni al volto e al torace guaribili in dieci giorni.

Decisivo ai fini dell'identificazione degli autori di quel pestaggio che ha fatto vivere momenti di terrore al macellaio cistranese, è stato il tempestivo intervento dei carabinieri. Il commerciante di carni, infatti, dopo essere riuscito a divincolarsi dalla furia dei suoi aggressori si è dato alla fuga, e proprio mentre correva come un pazzo con il volto tumefatto e pieno di escoriazioni ha incrociato una pattuglia dei carabinieri in servizio nel centro cittadino.

L'uomo non ha esitato a fermare i militari e a raccontare quello che gli era capitato. È stato subito trasportato in ospedale dove è stato sottoposto a tutti gli accertamenti del caso. Nel frattempo i carabinieri della compagnia di Fasano, al comando del capitano Gianluca Sirsi, hanno raccolto la sua testimonianza dettagliata. Il macellaio conosceva uno dei suoi tre aggressori e non ha esitato a riferire il suo nome agli investigatori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'alba di oggi, dopo accurate ricerche, uno dei tre responsabili dell'aggressione di ieri sera in piazza dell'Orologio è stato individuato e arrestato. La prognosi della sua vittima, inferiore ai dieci giorni, gli ha evitato il peggio. Ora è accusato di tentata rapina e lesioni ma se le ferite del macellaio fossero state più gravi avrebbe rischiato accuse più pesanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

  • Consiglio regionale: cinque eletti in provincia di Brindisi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento