Cronaca Ostuni

Angiuli lascia il commissariato di Ostuni: "Esperienza indimenticabile"

"Ben sette anni fa, il dipartimento della Pubblica sicurezza del Ministero dell’Interno mi concesse il privilegio di assegnarmi la direzione del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ostuni. Oggi, confesso di lasciare tale prestigioso incarico con una punta di amarezza: è stata un’esperienza bellissima, avvincente, intensa ed altamente formativa, sotto ogni profilo"

OSTUNI - Riceviamo a pubblichiamo una nota del vice questore Francesco Angiuli che dopo sette anni lascia il comando del commissariato di pubblica sicurezza di Ostuni per andare a dirigere il Reparto Prevenzione Crimine "Puglia Settentrionale" di Bari. 

"Ben sette anni fa, il dipartimento della Pubblica sicurezza del Ministero dell’Interno mi concesse il privilegio di assegnarmi la direzione del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ostuni. Oggi, confesso di lasciare tale prestigioso incarico con una punta di amarezza: è stata un’esperienza bellissima, avvincente, intensa ed altamente formativa, sotto ogni profilo, caratterizzata sì da circostanze spesso impegnative, ma che, obiettivamente, hanno rappresentato valide opportunità di arricchimento, principalmente dal punto di vista umano".

"Lungi da me l’idea di cedere all’indulgenza e lasciarsi andare a giudizi o valutazioni di merito in ordine al lavoro svolto. Ciò, tocca ad altri. Ad ogni modo, in tutta onestà, credo di poter di poter agevolmente sostenere di essermi dedicato al delicato compito, con tutto me stesso, con tutte le forze, così da poter tener fede alla iniziale promessa: profondere il massimo impegno per garantire il rispetto della legalità e la tutela della Sicurezza Pubblica saluti angiuli1-2in questo splendido territorio. Era il 7 gennaio 2009 e nella Città Bianca, suo malgrado, imperversava un’immeritata stagione di gravissimi episodi criminali, tesi a minarne i gangli vitali: tra gli altri, esponenti della civica amministrazione e, in primis, lo stesso primo cittadino. Ebbene, Sia in quell’occasione, sia di seguito, estremamente importante è risultata la sinergia con l’Autorità Giudiziaria, autentico punto di riferimento per il perseguimento della pace sociale".

"Accingendomi al congedo, mi sia permesso far pervenire alla cittadinanza tutta, anzitutto al signor indaco ed alla civica amministrazione, un sincero, cordialissimo ed affettuoso saluto. Un accorato e riconoscente ringraziamento rivolgo a chi mi ha manifestato umana comprensione, disinteressato sostegno, onorandomi di sincera amicizia e stima autentica. Esprimo immensa gratitudine ai colleghi tutti (mi riferisco proprio a tutti, ossia appartenenti ad ogni ruolo e grado) della Questura di Brindisi, omnicomprensivamente intesa, ed alle altre forze di polizia, compresi gli Uffici di Polizia Locale, con i quali v’è stata ampia condivisione di eventi, unità d’intenti e, all’occorrenza, concreta solidarietà nel consentire l’attuazione del delicato compito di garante locale dell’ordine e della sicurezza pubblica. Un forte abbraccio rivolgo all’associazione Polizia di Stato e ai componenti delle Associazioni d’Arma e Volontariato, la cui fattiva ed affettuosa vicinanza è sempre stata da me avvertita".

"Ovviamente, un affettuoso ringraziamento rivolgo tutti i componenti del commissariato di Ostuni che, sovente, esorcizzando e risolvendo brillantemente quotidiane problematiche, mi hanno dimostrato e, soprattutto, hanno dimostrato ai cittadini ostunesi ed alle sue istituzioni, straordinaria professionalità, formidabile spirito di abnegazione, lealtà, e, soprattutto, Umanità. Inutile sottolineare la mia grande ammirazione: mi mancherete. Rivolgo un forte e commosso abbraccio – e saluto col cuore – gli amici carissimi che hanno contribuito a farmi sentire a aasa, che mi hanno concesso il privilegio di vivere piacevolmente il calore vivo e forte dell’”ostunesità”, così straordinariamente pregna di valori, così immensamente ricca di storia, tradizioni, bellezze. Grazie. Infinitamente grazie a tutti, per aver rappresentato la mia seconda famiglia, la città di adozione".

Lascio l’incantevole Città Bianca per spostarmi nella meravigliosa città di Bari, Terra natìa, per continuare a svolgere lì, con umiltà e fedeltà alla Repubblica, il dovere di Funzionario dello Stato, al servizio della Gente (Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Settentrionale”). Mi congedo e abbraccio tutti nella piena consapevolezza che, indubitabilmente, avrei potuto dar di più e far meglio. E’ certo, tuttavia, che poco o nulla è quanto io sia riuscito a fare nel corso del mio mandato rispetto a quanto Voi, tutti, avete dato a me, sotto ogni profilo. Abbraccio, altresì, gli Amici degli Organi di Stampa, la cui qualificata opera ha contribuito a valorizzare l’attività svolta con passione dai Poliziotti di Ostuni. A tutti, auguro tanta serenità.

Al mio successore d ai Colleghi tutti, auguro buon lavoro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Angiuli lascia il commissariato di Ostuni: "Esperienza indimenticabile"

BrindisiReport è in caricamento