menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Palaflorio affollatissimo

Palaflorio affollatissimo

Antonacci, break politico al concerto

BARI - "Vivi l'avventura" ha aperto così il suo concerto a Bari sabato sera Biagio Antonacci. Un'avventura durata due ore. Canzoni del suo esordio musicale partendo da Ruvo di Puglia, fino agli ultimi singoli dell'album 2012. "Andiamo a votare perché dobbiamo mandare a casa questa classe dirigente che ci ha tolto la libertà di sognare", ha urlato a metà concerto Antonacci.

BARI - "Vivi l'avventura" ha aperto così il suo concerto a Bari sabato sera Biagio Antonacci. Un'avventura durata due ore. Canzoni del suo esordio musicale partendo da Ruvo di Puglia, fino agli ultimi singoli dell'album 2012. "Andiamo a votare perché dobbiamo mandare a casa questa classe dirigente che ci ha tolto la libertà di sognare", ha urlato a metà concerto Antonacci.

Tantissima emozione ieri sera al Pala Florio di Bari. Il cantante milanese ma con origini pugliesi ha regalato ricordi ed emozioni a tutti coloro che hanno riempito ieri sera le tribune e il parterre del palazzetto. I fan di Antonacci sono arrivati da ogni parte della Puglia: da Castro, nel basso Salento, da Ruvo di Puglia, dal Brindisino e Foggia. Tutti per lui, per ascoltare la musica di Biagio "che fa sognare" sostengono i suoi fan. Il concerto é iniziato alle ore 21, così come aveva stabilito lo stesso cantante. Due ore pienissime di tantissimi ricordi su pezzi vecchi di venti anni fa ma che emozionano come la prima volta.

Antonacci ha saltato, ballato, insieme ai suoi artisti di strada che lo seguono nel tour, si è divertito e ha fatto divertire l'intero Pala Florio. Il momento più atteso quando i fan hanno fatto tremare il palazzetto é stato sul singolo che ha spopolato sul web e in radio l'estate appena trascorsa e che Biagio Antonacci ha dedicato alla Puglia, al Salento "Non vivo più senza te" così come il video clip che è stato girato a Torre a Mare sempre nel Salento. Pizzica che assieme al sound solito di Biagio ha fatto ballare tutte le spiagge italiane fino ad arrivare alle casalinghe e giovani e non.

"Liberi. Liberi. Dobbiamo essere liberi di vivere serenamente ogni giorno - ha detto al microfono l'artista alla fine del pezzo 'Liberatemi' - Dobbiamo andare a votare per mandare a casa questa classe dirigente che non ci fa più sognare. Io ho la fortuna di arrivare tranquillamente a fine mese ma ho tanti amici che invece non ci riescono. Non dobbiamo smettere di sognare". Una sorta di incoraggiamento a non mollare mai. Un invito per la prossima tornata elettorale che si terrà nella primavera 2013 di andare a votare e far cambiare qualcosa. Biagio Antonacci ha ripetuto il concerto anche questa sera sempre con inizio alle ore 21 al Pala Florio di Bari. A dicembre farà anche tappa a Taranto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

San Donaci, compie 100 anni: auguri a nonna Giovanna

Attualità

"Me contro te" di Gianluca Leuzzi candidato al David di Donatello

social

Sant'Antonio Abate, il Santo del fuoco tra storia e tradizione

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: nuovo aumento dei contagi e dei decessi

  • Cronaca

    Brindisino morto in carcere a Ibiza: disposta l'autopsia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento