menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appello su Fb: “Serve sangue per una ragazza”. Parte la raccolta, la famiglia ringrazia

La giovane, 18 anni di Brindisi, sottoposta a intervento chirurgico: è in rianimazione. I parenti: “Gesto d'amore"

BRINDISI – L’appello su Facebook: “Urgentissimo, serve sangue al Perrino di Brindisi per una nostra amica”. Quel post è stato condiviso subito sul social, approdando su Whatsapp, ben oltre i confini della città: è iniziata a tempo di record la raccolta sangue per una ragazza di 18 anni di Brindisi. E’ stata sottoposta a intervento chirurgico, serve altro sangue e la sua famiglia, intanto, ringrazia per chi ha dimostrato amore che alimenta la speranza per la vita.

carrello medicine reparto ospedale perrino-2

L’appello

Il messaggio è stato lanciato sul social network questa mattina, facendo appello a possibili donatori del gruppo 0 negativo. Dopo l’inziale titubanza, legata al sospetto che potesse trattarsi di una “bufala” finalizzata a chissà cosa, si sono fatti avanti i primi donatori. Si sono presentati in ospedale, presso il centro trasfusionale per i prelievi.

Nel giro di poche ore quel messaggio ha ottenuto decine e decine di condivisioni, è diventato oggetto di appelli anche sui telefonini. C’è chi ha voluto mandare un testo sfruttando il canale di comunicazione di Whatsapp e chi ha preferito fare affidamento sulla tradizionale telefonata.

L’intervento chirurgico

Fatto sta che l’invito a donare, in poche ore, ha trovato numerose risposte. Abbastanza per permettere ai medici dell’équipe dell’ospedale Perrino di sottoporre a intervento chirurgico la giovane. Operazione alquanto delicata, trapela dal nosocomio. Il sangue era necessario proprio per questo e sarà necessario per il decorso post operatorio. Ecco perché è importante continuare a donare.

Il grazie della famiglia

Commossa la famiglia della ragazza. I parenti hanno voluto ringraziare quanti hanno dimostrato sensibilità, realizzando con la donazione un concreto atto d’amore. Perché chi dona può salvare altra gente, come in questo caso. “La ragazza è stata operata, è in sala rianimazione, grazie a quanti mi hanno contatto privatamente”, ha scritto uno dei familiari, ricorrendo allo stesso social network dal quale sette ore prima era partito l’appello. In privato, è stato fornito anche il nome della giovane. “Il social serve davvero quando vogliamo, però nonostante tutto, servirà altro sangue. Continuate a donare, in privato vi darò il suo nome”. Vero, i canali social uniscono e diventano reti di solidarietà.

Logo Avis

L’Avis in piazza Vittoria

L’Avis, intanto, rinnova l’appello a donare dopo aver appreso dell’ennesima emergenza sangue. “Abbiamo appreso di una grave emergenza di gruppo 0 negativo all’ospedale Perrino di  Brindisi”, si legge sulla pagina Facebook dell’associazione volontaria italiani sangue. “Grazie ai telefonini cellulari e alle nuove tecnologie, l’informazione ha fatto il giro della città”.

“Pe chi volesse donare, siamo in piazza della Vittoria a Brindisi, dalle 18 sino alle 22 (di oggi, 24 agosto 2018). Sono accettati tutti i gruppi, ovviamente. Grazie”. Al messaggio seguono gli hastag per rilanciare l’appello sui social #donaoradonasempre, #donaconnoi e #avisbr. I centri di raccolta non vanno in vacanza. L'amore non conosce calendari e confini. Donare ogni giorno. Serve ancora sangue al Perrino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Allarme lupi: stragi di asini e capre nelle campagne

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento