Cronaca

Hascisc nel caminetto e una cartuccia nel cruscotto: ai domiciliari incensurato

Un incensurato di 24 anni finisce agli arresti domiciliari a Carovigno, nel corso di una serie di perquisizioni tese al controllo di persone sospettate di appartenenza al giro dei reati predatori (furti e rapine). Ma nel caso in questione, l’arresto è scattato invece dopo la scoperta di un barattolo contenente sostanze stupefacenti

CAROVIGNO – Un incensurato di 24 anni finisce agli arresti domiciliari a Carovigno, nel corso di una serie di perquisizioni tese al controllo di persone sospettate di appartenenza al giro dei reati predatori (furti e rapine). Ma nel caso in questione, l’arresto è scattato invece dopo la scoperta di un barattolo contenente sostanze stupefacenti e di un bilancino di precisione, nonché di una cartuccia pe arma semiautomatica del calibri 7,65.

Foto arresto GUARINI Ivan (1)-2Il servizio è stato condotto dai carabinieri della stazione di Carovigno, i quali tra i controlli in programma hanno effettuato anche quello a carico di Ivan Guarini, un giovane senza precedenti con la giustizia. Tutto si stava svolgendo senza sorprese, sino a quando uno dei militari ha cominciato ad ispezionare la cappa del caminetto. Ben presto sono stati localizzati e recuperati un barattolo con 88 grammi di hascisc e una dose di cocaina, un bilancino elettronico, banconote per 250 euro, ritenute provento dell’attività di spaccio.

La perquisizione è stata allora estesa anche alla vettura di Ivan Guarini, una Fiat Punto, dove nel vano portaoggetti del cruscotto è stata trovata la cartuccia. D’intesa con il pm di turno alla procura di Brindisi, i carabinieri di Carovigno hanno dichiarato Guarini in arresto, e lo hanno poi scortato al suo domicilio dove resterà in attesa dell’udienza di convalida davanti al giudice delle indagini preliminari.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hascisc nel caminetto e una cartuccia nel cruscotto: ai domiciliari incensurato

BrindisiReport è in caricamento