Furti di energia elettrica con by-pass, scatta un nuovo arresto

Carabinieri e tecnici della società in casa di un 45enne già sottoposto a obbligo di firma. Danno di 8mila euro

Foto di repertorio

MESAGNE – Prima o poi, le squadre di Enel e i carabinieri arrivano. Prosegue la caccia ai furti di energia elettrica, che registra un nuovo caso, questa volta a Mesagne, dove i militari della stazione cittadina dell’Arma hanno arrestato un 45enne già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma (rimesso poi in libertà dal pm in applicazione dell’articolo 121 del codice di procedura penale). Nel corso di una verifica effettuata al personale ispettivo di Enel Distribuzione, è stato individuato infatti un by-pass che ha permesso il prelievo di energia senza passaggio dal contatore elettronico. I tecnici, dopo aver messo in sicurezza l’impianto, hanno stimato il danno economico in 3.500 kilowattora, pari a circa 8mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

Torna su
BrindisiReport è in caricamento