Cronaca

Assistenza logistica ad aerei Nato all'aeroporto militare di Brindisi

Giovedì 5 marzo lo scalo brindisino è stato impegnato a supportare l'attività di volo di alcuni velivoli militari stranieri in transito da e per diverse aree di impiego. Ne dà notizia il comando del Distaccamento aeroportuale “Pierozzi” dell’Aeronautica Militare

BRINDISI - Giovedì 5 marzo lo scalo brindisino è stato impegnato a supportare l'attività di volo di alcuni velivoli militari stranieri in transito da e per diverse aree di impiego. Ne dà notizia il comando del Distaccamento aeroportuale “Pierozzi” dell’Aeronautica Militare. L'aeroporto di Brindisi, grazie alla favorevole posizione geografica ed alla particolare configurazione delle sue piste ad incrocio, che permettono operazioni di decollo e atterraggio in ogni condizione di vento, è uno scalo privilegiato per questo tipo di voli di trasferimento.

Il distaccamento, nonostante le avverse condizione meteorologiche che al momento imperversavano nell'area, ha fornito supporto tecnico e logistico, assicurando assistenza a terra, controllo del traffico aereo e servizio meteorologico oltre al coordinamento delle operazioni per il rifornimento di carburante per i velivoli in transito. Si è trattato di un BAE-146 da trasporto appartenente al 32° Squadron della Royal Air Force (Raf) atterrato nello scalo brindisino proveniente dalla base aerea di Akrotiri (Grecia) e, dopo aver raggiunto l'area di parcheggio ed effettuato il rifornimento di carburante, è decollato alla volta della base aerea di Northolt.

Successivamente, due cacciabombardieri CF-188 Hornet, appartenenti al 409° Technical Fighter Squadron della Royal Canadian Air Force (Rcaf), sono atterrati a Brindisi provenienti da Ahmed Al Jaber (Kuwait) e, dopo aver sostato per uno scalo tecnico ed effettuato il rifornimento di carburante, sono decollati per raggiungere l'aeroporto militare di Spangdahlem (Germania). A seguire un C-130J Hercules del 435° Transport and Rescue Squadron della Royal Canadian Air Force (RCAF), proveniente da Paphos (Cipro), è giunto a Brindisi, per ripartire il giorno successivo dopo le operazioni di rifornimento.

Il Distaccamento aeroportuale di Brindisi, posto alle dipendenze del Comando Logistico, assicura il supporto alle operazioni di "peacekeeping" (mantenimento della pace) del Centro Servizi Globale delle Nazioni Unite (UNGSC) e "umanitarie" della Base di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite (UNHRD). Il Reparto fornisce, inoltre, 24 ore su 24, 365 giorni all'anno, assistenza ai servizi di navigazione aerea all'aviazione civile, ai velivoli di passaggio appartenenti ai Paesi della Nato, provvedendo alle funzioni di Comando del Presidio Aeronautico attraverso il supporto logistico ed amministrativo agli Enti di Forza Armata dell'area brindisina, e alle operazioni di trasporto sanitario in favore dei cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assistenza logistica ad aerei Nato all'aeroporto militare di Brindisi

BrindisiReport è in caricamento