Cronaca Francavilla Fontana

“Bunkeraggi fittizi nei porti pugliesi”: assolti tutti gli imputati

Nel maggio 2016 scattarono nove arresti. Lunedì la sentenza emessa dal tribunale di Brindisi. Disposto il dissequestro dei beni

BRINDISI – Tutti assolti. La difesa la spunta in toto sull’accusa nel processo sui presunti bunkeraggi fittizi nei porti di Brindisi, Savelletri e Monopoli. Con la sentenza emessa ieri (lunedì 31 maggio) dal tribunale di Brindisi è stato chiuso il primo capitolo giudiziario, in attesa di eventuale appello, di una vicenda iniziata nel maggio 2016, con l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare a firma del gip del tribunale di Brindisi, nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla guardia di finanza.

Secondo la Procura di Brindisi, in Puglia, fra il 2011 e il 2014, operava una presunta associazione a delinquere finalizzata ad una massiccia evasione di imposte sulla vendita di prodotti petroliferi, mediante fittizi “bunkeraggi” di carburanti solo apparentemente destinati a motopescherecci in esenzione dalle imposte. Nove persone furono arrestate in regime di domiciliari, accusate a vario titolo di: associazione per delinquere, sottrazione all'accertamento e al pagamento dell'accisa sui prodotti energetici-oli minerali; dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici; emissione di fatture o di altri documenti per operazioni inesistenti. Oltre alle misure restrittive, furono effettuati vari sequestri per un importo complessivo di circa 1,5 milioni di euro. 

Nel giugno 2017 venne disposto il rinvio a giudizio di 18 imputati. Ieri il collegio giudicante formato dal presidente Simone Orazio, a latere Angelo Zizzari ed Adriana Almiento, ha emesso sentenza di assoluzione per tutti dai reati ascritti "perché il fatto non sussiste". Gli imputati della provincia di Brindisi, residenti a Fasano, sono tutti difesi dall’avvocato Pasquale Di Natale, del foro di Brindisi. Si tratta di: Luigi Velletri, 55 anni, considerato al vertice dell’associazione, che ha ottenuto il dissequestro e la restituzione dei beni e dell’azienda; Enrico Lapadula, 55 anni; Francesco Lapadula, 44 anni; Enrico Lapadula, 33 anni; Samuele Lapadula, 74 anni; Vito Lapadula, 60 anni.  Assolti inoltre 11 imputati residenti a Monopoli e un imputato di Salerno. 

Oltre all’avvocato Di Natale, il collegio difensivo è composto dai legali Giampiero Risimini, Alberto Sardano, Vincenzo Rizzo, Franco Maldonato, Giandomenico Leggiero, Stefano Ciaccia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Bunkeraggi fittizi nei porti pugliesi”: assolti tutti gli imputati

BrindisiReport è in caricamento