rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca

Atti sessuali su un chierichetto, condannato a otto anni l’ex parroco di Bozzano

Don Francesco Caramia riconosciuto colpevole del reato per il quale venne arrestato il 15 giugno 2016. E’ ai domiciliari in una comunità religiosa. La difesa andrà in Appello

BRINDISI – L’accusa di atti sessuali su un chierichetto di nove anni, quando era parroco del rione Bozzano, è stata confermata dal Tribunale di Brindisi: don Francesco Caramia, 42 anni, originario di Mesagne, è stato condannato alla pena di otto anni, così come chiesto dal pm, a conclusione del processo scaturito dall’inchiesta nata dopo la denuncia del pediatra del ragazzino al quale si era rivolta la mamma.

Il parroco don Francesco CaramiaL’imputato, presente in aula anche al momento della lettura del dispositivo, è stato riconosciuto colpevole delle accuse contestate nell’ordinanza di arresto ottenuta dal sostituto procuratore Milto Stefano De Nozza ed eseguita dai carabinieri il 15 giugno 2016. L’ormai ex padre spirituale della parrocchia San Giustino de Jacobis si è sempre professato innocente e lo ha ribadito nel corso dell’ultima udienza, quando ha scelto di affrontare l’esame da imputato, assistito dagli avvocati Rosanna Saracino e Giancarlo Camassa.

Il vescovo: "Vicini alle vittime degli abusi"

Il rappresentante della pubblica accusa, a conclusione del dibattimento, ha ritenuto pienamente dimostrata la penale responsabilità del prete che, nel frattempo, ha ottenuto gli arresti domiciliari presso una comunità religiosa, e ha chiesto la condanna a otto anni di reclusione. Il Tribunale di Brindisi, presieduto da Gienantonio Chiarelli, al termine di una camera di consiglio durata  sei ore,  ha condiviso integralmente la richiesta. Le motivazioni saranno depositate fra 90 giorni. I difensori di don Caramia hanno già anticipato che presenteranno ricorso in Appello.

Il collegio ha riconosciuto una provvisionale in favore delle parti civili: dieci mila euro per i genitori del ragazzo e altrettanto agli stessi in qualità di esercenti la patria potestà sul minore. In giudizio sono stati rappresentati dall’avvocato Carmela Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atti sessuali su un chierichetto, condannato a otto anni l’ex parroco di Bozzano

BrindisiReport è in caricamento