Cronaca

Gli studenti del liceo classico Benedetto Marzolla alle Olimpiadi della Chimica

Il liceo classico, nonostante non sia di indirizzo scientifico, dimostra di saper dare solide basi anche in questo campo. Il 9 maggio scorso si è disputata presso il Campus Universitario dell'Università degli Studi di Bari la fase regionale di una manifestazione nazionale, vanto degli istituti che vi partecipano: le Olimpiadi della Chimica

BRINDISI - Il liceo classico, nonostante non sia di indirizzo scientifico, dimostra di saper dare solide basi anche in questo campo. Il 9 maggio scorso si è disputata presso il Campus Universitario dell'Università degli Studi di Bari la fase regionale di una  manifestazione nazionale, vanto degli istituti che vi partecipano: le Olimpiadi della Chimica. Centosette studenti degli Istituti Superiori ad indirizzo chimico e non, provenienti da tutta la Puglia, si sono riuniti per mettersi alla prova nella soluzione di 60 problemi a risposta multipla in un tempo complessivo di 150 minuti. Il Liceo Classico Benedetto Marzolla di Brindisi ha potuto vantare 5 dei concorrenti presenti nella competizione: Marianna Ballarini 4B, Elena Roxana Marolicaru 4D, Vincenzo Ricci 4D, Antonio Sabato 4A e la sottoscritta Marta Perrone 4C.

"Il giorno fissato, con la supervisione e la guida della professoressa Anna Anelli, tutor ormai consolidato del gruppo che annualmente presenta a questo studente marzolla-2prestigioso evento, siamo giunti a Bari, dove tutti i concorrenti si sono sottoposti alla registrazione. Nonostante la giornata fosse molto calda e soleggiata, i numerosissimi ragazzi che aspettavano impazienti di poter cominciare a cimentarsi nella risoluzione degli esercizi, sono riusciti a mantenere la calma e la concentrazione. Al termine della registrazione sono stati consegnati i fascicoli divisi in tre categorie: A, B, C. La categoria A comprendeva esercizi  per  studenti del primo biennio; la categoria B per i quelli del secondo triennio degli Istituti “ non specializzati in chimica”, così come lo eravamo noi; ed infine la categoria C per gli studenti del secondo triennio degli Istituti ad indirizzo chimico" si legge in una nota scritta dalla studentessa Marta Perrone. 

"Il materiale a disposizione consisteva in una calcolatrice, una tavola periodica e un apparato con costanti di solubilità, ionizzazione e potenziali elettrodici nel retro del fascicolo. La prova ha richiesto competenze di chimica analitica e organica, ma soprattutto la concentrazione costante di noi ragazzi per tutto il tempo a disposizione. Essendo una finale regionale non è mancata certamente la difficoltà, ma è stata senz'altro un'occasione che ha arricchito molto noi studenti dal punto di visto formativo e personale. I frutti di questa bellissima esperienza sono chiaramente visibili  nei risultati della classifica: 59^ posizione per Marolicaru, 53^ per Sabato, 51^ per Ricci, 32^ per Ballarini e per la sottoscritta la 26^ posizione, che è risultata essere la più alta rispetto a quella ricoperta  dagli alunni delle scuole di Brindisi partecipanti: Majorana e Giorgi".

"Sicuramente noi studenti siamo orgogliosi di tale risultato, dovuto in gran parte alle competenze impartiteci dai nostri docenti di scienze prof.sse Anna Anelli e Isabella Calabrese. Un grande  ringraziamento a loro e al dirigente scolastico,prof.ssa Carmen Taurino, che ci ha spronato sin dall’inizio a dare il meglio di noi stessi a prescindere dal risultato".

                                                                                                         

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti del liceo classico Benedetto Marzolla alle Olimpiadi della Chimica

BrindisiReport è in caricamento