Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Autorità portuale: Valente resterà commissario per altri sei mesi

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha prorogato di altri sei mesi l’incarico di commissario dell’Autorità portuale di Brindisi conferito la scorsa estate al capitano di vascello Mario Valente, fino a ieri (13 gennaio) anche comandante della Capitaneria di porto

BRINDISI – Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha prorogato di altri sei mesi l’incarico di commissario dell’Autorità portuale di Brindisi conferito la scorsa estate al capitano di vascello Mario Valente, fino a ieri (13 gennaio) anche comandante della Capitaneria di porto. Valente era stato nominato nel mese di luglio, a seguito dell’uscita di scena del presidente Iraklis Haralambidis.

La proroga si è resa necessaria in quanto non è ancora a tutti gli effetti operativa la riforma della portualità, voluta dallo stesso Delrio, che prevede la riduzione del numero delle Authority e la creazione delle Autorità portuali di sistema con assetto organizzativo e compiti ridisegnati rispetto all'attuale modello. Nei mesi scorsi sembrava che la Puglia, al posto delle quattro Authority oggi esistenti (Bari, Brindisi, Manfredonia e Taranto) dovesse avere una sola Authority di sistema, poi però sarebbe prevalso il criterio di mantenere due Authority in Puglia, Bari e Taranto,  essendo entrambi "Porti Core" ovvero situati all'interno dei grandi corridoi trasportistici riconosciuti dall'Unione Europea.

L’Autorità portuale di Brindisi quindi, stando a delle indiscrezioni trapelate in settimana, convergerebbe verso quella di Bari, alla luce del nuovo assetto della portualità su 15 authority di sistema contenuto in uno dei decreti attuativi della riforma della Pubblica Amministrazione che Marianna Madia porterà in Consiglio dei Ministri tra il 15 e il 22 gennaio. 

“Sono onorato che il ministro mi abbia confermato nell’incarico - commenta il commissario straordinario dell’Authority- e della fiducia che ha riposto nell’attività finora svolta. Il rapporto instaurato con la struttura e la sinergia stretta con le Istituzioni e la comunità portuale hanno già prodotto ottimi risultati, così come si evince dalle statistiche relative ai traffici portuali del 2015. L’incarico di comandante del porto, ricoperto sino a ieri, mi ha consentito di conoscere e confrontarmi con le esigenze portuali locali e mi darà la possibilità di proseguire il lavoro già intrapreso, volto a definire e concludere alcuni importanti e strategici progetti già avviati per la crescita del porto e dei relativi traffici. Il mio nuovo incarico presso il Reparto Ambientale Marino del Ministero dell’Ambiente a Roma - conclude Valente- non sarà penalizzante per l’attività amministrativa dell’Autorità portuale.”

"Il commissario straordinario - si legge in una nota dell'Autorità portuale - è già al lavoro per affrontare le priorità sul tavolo, prime tra tutte: la definizione dell’addendum con la Marina Militare, di strategica importanza per la realizzazione del circuito unico doganale; l’intesa con l’Enac per definire le problematiche connesse con il cono di atterraggio e con i vincoli aeronautici che gravano sull’intero ambito portuale; la prosecuzione dell’infrastrutturazione del porto che potrà attrarre nuovi e ulteriori traffici. Primo step, la convocazione del Comitato portuale per l’approvazione del bilancio di previsione 2016 dell’Ente".

Di seguito, una tabella riassuntiva relativa ai traffici portuali che racconta un trend più che positivo sia per i passeggeri transitati che per le merci  movimentate nel porto di Brindisi. 
 
Tabella autorità portuale-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autorità portuale: Valente resterà commissario per altri sei mesi

BrindisiReport è in caricamento