rotate-mobile
Cronaca Ceglie Messapica

“Bollette bloccate, Ceglie al buio”

CEGLIE MESSAPICA – Il Comune di Ceglie Messapica non paga le bollette delle forniture di energia elettrica, è già stata tagliata la luce al camposanto.

CEGLIE MESSAPICA ? Il Comune di Ceglie Messapica non paga le bollette delle forniture di energia elettrica, è già stata tagliata la luce al camposanto per un credito vantato di poco inferiore ai 70mila euro dalla società interessata, ma potrebbe essere solo l?inizio di una catena di distacchi visto che, secondo due consiglieri comunali del centrodestra, Giovanni Gianfreda capogruppo Dc, e Fabrizio Gatti  consigliere comunale Pdl, pende una morosità di circa 300mila euro. La causa, secondo gli autori del comunicato che denuncia la situazione, tutto dipenderebbe solo da un pessimo coordinamento tra uffici.

? Abbiamo appreso con stupore che una società fornitrice di energia elettrica ha proceduto alla sospensione dell?erogazione dell?energia cioè ha tagliato la luce al cimitero comunale a causa del mancato pagamento da parte dell?amministrazione comunale di fatture per un importo complessivo pari ad euro 68.380,00. A ciò si aggiunge il mancato pagamento ad altri fornitori del mercato libero quali Enel Energia o Gruppo Hera di somme pari ad almeno altri euro 300.000,00 per la fornitura di energia ?, dicono Gianfreda e Gatti.

?Questa situazione di vera e propria confusione è  dovuta non tanto alla mancanza di fondi ma alla disordinata gestione del nuovo servizio di pubblica illuminazione che da qualche mese si connota  solo ed esclusivamente per inadempienze contrattuali,  intere zone della città al buio e la mancata voltura dei contatori che sta impedendo, probabilmente ad arte (accusano i due consiglieri, ndr), che tutte le bollettazioni comunali vengano pagate come da contratto dalla ditta appaltatrice Smail Spa?.

?La cosa strana è che ci risulta che il direttore dell?ufficio Ragioneria ha sollecitato diverse volte, sin dallo scorso gennaio, il responsabile dell?area Lavori Pubblici a mettere ordine a tale imbarazzante situazione mediante trasferimento di tutti i debiti per le suddette bollettazioni alla ditta appaltatrice. Di fatto oggi ? aggiungono Gatti e Gianfreda - né il Comune né la ditta appaltatrice pagano le bollette, le spese aumentano  e aumenta anche  il rischio di una procedura di sospensione per morosità  dell?erogazione del servizio?.

Cosa fare, dunque? ? Difficilmente in questo modo riusciremo a conservare un bilancio virtuoso se continuano tale episodi di incapacità gestionale e approssimazione amministrativa. A tal fine chiediamo la immediata convocazione della competente commissione consiliare e una seduta del consiglio comunale, prima che la sospensione dell?energia venga fatta all?intera città?.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Bollette bloccate, Ceglie al buio”

BrindisiReport è in caricamento