Cronaca

Ordigno esplode sotto un'auto in una piazza del quartiere Sant'Elia

È stato lo scoppio di un ordigno, posto sotto la ruota posteriore destra di un auto parcheggiata in piazza Caravaggio, a svegliare i residenti dei palazzi che si affacciano sulla piccola piazza del quartiere Sant'Elia. Solo per un caso fortuito la detonazione, avvenuta intorno alle 00,30, non ha causato danni a persone

BRINDISI - È stato lo scoppio di un ordigno, posto sotto la ruota posteriore destra di un auto parcheggiata in piazza Caravaggio, a svegliare i residenti dei palazzi che si affacciano sulla piccola piazza del quartiere Sant’Elia. Solo per un caso fortuito la detonazione, avvenuta intorno alle 00,30, non ha causato danni a persone. Lo stesso non si può dire per l’auto, una Volkswagen Polo di colore blu, presa di mira da chi ha posizionato la bomba, andata completamente distrutta. Ancora sconosciute le ragioni dell’attentato, gli agenti della volante accorsi sul posto, sono risaliti alle generalità della proprietaria dell’auto, madre di un giovane già noto alle forze dell’ordine (nel luglio del 2013 venne sorpreso dai militari della Guardia di Finanza di Ostuni nelle campagne dell’oasi protetta di Torre Guaceto, mentre in compagnia di un altro uomo, si “allenava” a sparare con una Tokarev, una pistola di fabbricazione russa, e per lui e l’amico scattarono gli arresti). Sul luogo una squadra del comando dei Vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza l’area spegnendo l’incendio causato dallo scoppio dell’ordigno. La polizia sta cercando di risalire al movente dell’attentato, e al contesto in cui lo stesso va inquadrato. Spesso però le risposte arrivano, in casi del genere, in maniera trasversale, nel corso di indagini su altre attività criminose.

Piazza Caravaggio-2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordigno esplode sotto un'auto in una piazza del quartiere Sant'Elia

BrindisiReport è in caricamento