menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lesioni e buchi nelle pareti all'alberghiero: studenti arrabbiati e preoccupati

La sede dell'alberghiero Sandro Pertini di Brindisi presenta lesioni e buchi nelle pareti. Una studentessa preoccupata e arrabbiata segnala la situazione lamentando la mancanza di controlli

BRINDISI – “Istituto professionale Alberghiero Sandro Pertini di Brindisi – Brindisi Carovigno, scuola ambasciatrice del Parlamento europeo”, si legge nella home page del sito internet dell’alberghiero di via Appia a Brindisi, nel frattempo molte aule stanno cadendo a pezzi, alemo così sembra. A segnalare lo stato in cui versa buona parte dell’edificio, situato all’interno del parco Cesare Braico, in via Appia a Brindisi, alcuni alunni che frequentano l’istituto scolastico Sandro Pertini. Segnalazione corredata di foto.alberghiero2-2

“Buongiorno, questa è la situazione nella scuola alberghiero "S.Pertini" di Brindisi, nella classi c'è questa situazione. Dovrebbero essere controllate tutte le classi, non solo le principali”, scrive una studentessa che spiega anche che la zona che da come si presenta sembra più a rischio si trova nella parte laterale del secondo piano anche se le crepe sui muri si trovano ovunque. In alcuni casi si tratta di vere e proprie lesioni che stanno destando preoccupazione in alcuni studenti, specie alla luce dei fatti di cronaca degli ultimi tempi che raccontano veri e propri episodi di crollo di edifici datati e mai sottoposti a opera di manutenzione. Secondo quanto precisa la studentessa sarebbero stati eseguiti dei controlli solo in alcune aule, certo è che anche se non c’è il pericolo di crollo, una sistematina all’immobile che ospita centinaia di studenti e la sede di una scuola così prestigiosa al passo con programmi ddidattici di alto livello, non dispiacebbe.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento