Si picchiano in strada mentre la casa va a fuoco: bloccati dai carabinieri

Lite per futili motivi mentre i pompieri spegnevano l'incendio. Arrestati e subito rilasciati un 46enne e un 43enne

BRINDISI - I carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Brindisi hanno arrestato in flagranza di reato un 46enne e un 43enne entrambi del posto, per resistenza a pubblico ufficiale. Ieri, martedì 22 settembre, i due hanno iniziato a litigare per strada dopo che avevano abbandonato l'abitazione del 46enne, in via de Templari, zona centro storico, nella quale si era sviluppato un incendio per cause accidentali.

Mentre i vigili del fuoco erano intenti a spegnere le fiamme, il 46enne e il 43enne, per strada e per futili motivi, hanno iniziato a discutere animatamente fino a tirarsi calci e pugni, davanti ad altri condomini, opponendo resistenza ai militari intervenuti per calmare la lite. I carabinieri tuttavia sono riusciti a separare i due, i quali, su disposizione dell’autorità giudiziaria, sono stati rimessi in libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Temperature in calo: allerta neve anche in provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento