Cronaca

Rissa a bottigliate nella notte a Bologna: grave studente brindisino

Un brindisino di 28 anni, Alessandro Arigliano, studente universitario, è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Maggiore di Bologna per le gravi ferite riportate in una rissa a bottigliate scoppiata intorno alle tre e mezza della notte scorsa in via don Minzoni a Bologna. Il giovane, iscritto alla facoltà di Sociologia, è stato colpito al petto

BRINDISI – Un brindisino di 28 anni, Alessandro Arigliano, studente universitario, è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Maggiore di Bologna per le gravi ferite riportate in una rissa a bottigliate scoppiata intorno alle tre e mezza della notte scorsa in via don Minzoni a Bologna video. Il giovane, iscritto alla facoltà di Sociologia, è stato colpito al petto e dopo un intervento chirurgico è stato ricoverato nel reparto rianimazione. Le sue condizioni sono gravi. Alla rissa hanno partecipato altre 4 persone, tra cui un altro brindisino di 23 anni. Tutti e cinque sono stati fermati dalla polizia per rissa aggravata.

Secondo una prima ricostruzione la furiosa lite, i cui motivi non sono stati ancora individuati, avrebbe coinvolto due gruppi: da un lato il pugliese e un suo coetaneo del Senegal, dall'altro tre italiani, un 19enne napoletano, un 34enne di Foggia e l’altro brindisino di 23 anni. Si ritiene siano usciti poco prima da qualche locale della zona, probabilmente erano tutti ubriachi. Tutti hanno riportato ferite, ma ad avere la peggio è stato il 28enne pugliese che ora lotta per la vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa a bottigliate nella notte a Bologna: grave studente brindisino

BrindisiReport è in caricamento