Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Spaccio di hashish e marijuana, arrestati due giovani appena 20enni

Due giovani, un 22enne e un 21enne sono finiti nei guai perché trovati in possesso di sostanze stupefacenti. Il primo, Giorgio Di Lecce di Brindisi è stato trovato con hashish mentre il secondo, con una piantagione di marijuana. Quest’ultimo dopo essere stato arrestato è stato rimesso in libertà

Due giovani, un 22enne e un 21enne sono finiti nei guai perché trovati in possesso di sostanze stupefacenti. Il primo, Giorgio Di Lecce di Brindisi è stato trovato con hashish mentre il secondo, con una piantagione di marijuana. Quest’ultimo dopo essere stato arrestato è stato rimesso in libertà. I controlli sono stati eseguiti nell’ambito di alcuni servizi di contrasto al traffico di droga attivati dai carabinieri. 

Di Lecce, in seguito a una perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di 23 dosi già confezionate di hashish per un peso di 26,30 grammi (il tutto era nascosto nell'armadio), la somma di 360, ritenuta euro provento dell’attività di spaccio e un bilancino di precisione, il tutto è stato sottoposto a sequestro. Dopo le formalità di rito, su disposizione dell'autorità Giudiziaria è stato posto ai domiciliari.

sequestro piante cannabis-2Nel cortile di casa del 21enne di Fasano, operaio saltuario incensurato, invece, i carabinieri hanno trovato, una piantagione di Cannabis indica costituita da 3 piante in vari stati di maturazione, le cui altezze variano da un minimo di 1 metro ad un massimo di 1,50 metri. Nella circostanza sono stati rinvenuti vari materiali per il taglio e la coltivazione, un contenitore con all’interno 52 grammi di marijuana essiccata nonché 3 dosi da 1 grammi di marijuana. La droga e i materiali rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro. L'arrestato, ultimate le formalità di rito, è stato rimesso in libertà su disposizione dell'autorità giudiziaria.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di hashish e marijuana, arrestati due giovani appena 20enni

BrindisiReport è in caricamento