Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Brindisino ai domiciliari e una donna si scagliano contro i carabinieri: arrestati

Hanno perso le staffe quando una pattuglia di carabinieri li ha fermati per un controllo per le vie di Brindisi. Carmine Gianniello, 37 anni, di Brindisi, e Annarita Santoro, 46 anni, di Carentino (Alessandria), domiciliata a Brindisi, sono stati arrestati dopo aver offeso e aggredito fisicamente i militari

BRINDISI – Hanno perso le staffe quando una pattuglia di carabinieri li ha fermati per un controllo per le vie di Brindisi. Carmine Gianniello, 37 anni, di Brindisi, e Annarita Santoro, 46 anni, di Carentino (Alessandria), domiciliata a Brindisi, sono stati arrestati dopo aver offeso e aggredito fisicamente i militari.

Gianniello fra l’altro si trovava ristretto in regime di domiciliarti a seguito dell’arresto scaturito dal raid incendiario ai danni di una palazzina in via Nazario Sauro abitata da migranti africani di cui si rese protagonista la notte fra il 20 e il 21 gennaio. I due sono stati intercettati dai carabinieri del Norm della compagnia di Brindisi, fuori dall’abitazione di Gianniello. Alla vista degli uomini in divisa sono andati in escandescenze, iniziando a spintonare, percuotere e offendere i carabinieri.GIANNIELLO CARMINE-2

E’ stato necessario l’ausilio di una pattuglia della stazione Casale per condurre entrambi in caserma. Ma anche qui la donna pare abbia continuato a inveire nei confronti delle forze dell’ordine. Una volta espletate le formalità di rito, Gianniello è stato accompagnato presso la casa circondariale in via Appia. La donna è stata condotta presso la propria abitazione in regime di domiciliari. Le accuse contestate sono a vario titolo di 
evasione, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, lesione personale (nella foto a destra, Carmine Gianniello).

Si sono aperte le porte del carcere di Brindisi anche per una persona di Torre Santa Susanna, il 50enne Salvatore Coppola, che deve espiare la pena residua di 5 mesi e 27 giorni di reclusione, per un furto con strappo avvenuto a Torino il 7 settembre 2013. L’uomo è stato raggiunto da un ordine di carcerazione emesso dall’ufficio Esecuzioni penali della procura della Repubblica di Torino. Il provvedimento è statp eseguito dai carabinieri della locale stazione. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisino ai domiciliari e una donna si scagliano contro i carabinieri: arrestati

BrindisiReport è in caricamento