"Hanno fatto bene a Foggia che vi hanno sparato": denunciato per vilipendio

Questa la frase pronunciata nei confronti dei carabinieri da un brindisino sottoposto a controllo mentre si trovava alla guida della propria auto. L'uomo non ha obbedito all'alt, ripartendo prima della fine del controllo

BRINDISI – “Hanno fatto bene a Foggia che vi hanno sparato, mi stanno facendo perdere la giornata”. Questa la frase proferita a una pattuglia dei carabinieri della stazione di Brindisi Centro da un brindisino di 51 anni che intorno alle ore 3,50 della scorsa notte, fra lunedì 15 e martedì 16 aprile, è stato sottoposto a un controllo in viale Arno, mentre si trovava alla guida della sua auto.

Il brindisino faceva evidentemente riferimento all’assassinio del maresciallo Vincenzo De Gennaro, ucciso a colpi di pistola da un pregiudicato mentre pattugliava le strade di Cagnano Varano (Foggia), insieme a un collega che ha a sua volta ha riportato delle ferite. 

La pessima uscita gli è costata una denuncia a piede libero per il reato di vilipendio delle forze armate. L’uomo ha fin da subito mostrato una certa insofferenza, manifestando un atteggiamento astioso nei confronti dei carabinieri.

Basti pensare che prima di proferire la frase oltraggiosa si è rifiutato di esibire la patente di guida e successivamente, indifferente alle intimazioni dei militari, è ripartito in maniera repentina, senza aspettare che il controllo terminasse. 

 A quel punto i carabinieri si sono recati nei pressi dell’abitazione del 51enne, già noto alle forze dell’ordine, e hanno atteso il suo ritorno. Oltre alla denuncia, gli hanno inflitto delle sanzioni amministrative anche per guida pericolosa, guida senza la patente al seguito e mancato rispetto dell’alt.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Lite con l'inquilino: proprietario fa un buco, entra e mura la porta

  • Brindisi: al Perrino impiantato nuovo neurostimolatore in paziente affetto da Parkinson

Torna su
BrindisiReport è in caricamento