Cronaca

Un'altra estate senza acqua potabile: "Non sappiamo più a chi rivolgerci"

Hanno raccolto le firme, protocollato richieste, parlato con il sindaco e i vari addetti ai lavori. Ma la situazione resta invariata, la cosiddetta "zona nuova" di Campo di Mare, marina del Comune di San Pietro Vernotico, per l'ennesima stagione estiva è rimasta senza acqua potabile

CAMPO DI MARE – Hanno raccolto le firme, protocollato richieste, parlato con il sindaco e i vari addetti ai lavori. Ma la situazione resta invariata, la cosiddetta “zona nuova” di Campo di Mare, marina del Comune di San Pietro Vernotico, per l’ennesima stagione estiva è rimasta senza acqua potabile. Nonostante le continue sollecitazioni fatte nel tempo. Non è stato realizzato l’impianto idrico che porta l’acqua in tutte le residenze. Ma c’è la rete fognante e le tasse vengono pagate tutte e regolarmente. 

Un disservizio che si protrae da oltre vent’anni e i residenti non sanno più a chi rivolgersi per capire quando potranno godere finalmente di pietro pennetta-2tutti di “comfort” che spetterebbero loro di diritto. “L’anno scorso chiesi al sindaco (Maurizio Renna, ndr) come dovevamo fare per risolvere questo problema mi disse che si sarebbe attivato, chiesi se era il caso di raccogliere altre firme e mi disse di farlo – spiega Pietro Pennetta, ex vigile urbano di San Pietro e dipendente per 16 anni dell’ufficio tecnico - per l’ennesima volta ho chiesto ai residenti della zona il loro consenso, a febbraio ho protocollato una richiesta con 46 firme ma fino ad oggi nessuno mi ha fatto sapere come è andata a finire, se i lavori di realizzazione dell’impianto verranno avviati o meno. Intanto è iniziata un’altra stagione senza acqua potabile e coloro che si sono affidati ancora una volta a me continuano a chiedermi quando avremo l’acqua. Stiamo anche valutando l’ipotesi di rivolgerci a qualche legale, vogliamo solo che ci vengano riconosciuti in nostri diritti specie perchè paghiamo regolarmente le tasseingresso da vi azzurra campo di mare-2”.

La zona interessata da questo disservizio si estende a sud della marina: entrando da via Azzurra (nota come strada del Bar Louis), procedendo in direzione Torre San Gennaro, sono sprovviste di acqua potabile quasi tutte le traverse poste sulla destra, dove ci sono ville di recente costruzione.

“La maggior parte delle strade sono da tempo servite dalla rete fognante, ma prive di rete idrica – si legge nella lettera protocollata l’1 febbraio scorso – l’acqua utilizzata negli immobili non serviti viene prelevata da pozzi a falda inquinata. Tale problematica è stata affrontata più volte anche su nostro sollecito dalla passata amministrazione che ha provveduto a implementare gli elaborati dell’Aqp con tutte le criticità presenti nella marina di Campo di Mare aggiungendo proposte di ampliamento in tutte le zone non servite. Quindi alla luce di tutto ciò e considerato che è stata già acquisita da parte dell’Aqp la pianificazione del fabbisogno infrastrutturale idrico di Campo di Mare chiediamo un forte interessamento da parte di questa amministrazione affinché si giunga alla realizzazione dei servizi. Si coglie inoltre l’occasione per chiedere la denominazione delle suddette vie”.

Tutte quelle strade, infatti, non hanno un nome. Al momento vengono indicate come prolungamento delle altre vie che si incrociano con via via de revel campo di mare-2Azzurra. “Vorremmo solo capire quando avremo l’acqua potabile – spiega un altro residente – siamo costretti a fare su e giù dalle fontane pubbliche, l’acqua del pozzo non si può assolutamente utilizzare. In queste condizioni queste case non possono neanche essere date in affitto. In molti nemmeno ci vanno più ad abitare. Si tratta di investimenti sprecati. Ho provato a contattare Acquedotto Pugliese spiegando la situazione e mi è stato risposto che la richiesta per l’avvio dei lavori deve pervenire dal Comune di San Pietro Vernotico. Ma quando?”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'altra estate senza acqua potabile: "Non sappiamo più a chi rivolgerci"

BrindisiReport è in caricamento