rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca San Michele Salentino

Cane sanguinante circondato da deiezioni e rifiuti: proprietario denunciato

Accusato di maltrattamenti su animale il proprietario di un meticcio di un anno segregato in un'abitazione rurale

SAN MICHELE SALENTINO – Era legato con una catena di appena 20 centimetri a un mezzo agricolo. Non poteva muoversi. Aveva il collo sanguinante. Gli agenti della polizia municipale di San Michele Salentino coordinati dal dottor Angelo Raffaele Filomeno hanno posto fine all’agonia di una cane meticcio femmina di circa un anno che era stato segregato nel deposito di un’abitazione rurale di San Michele Salentino.

Il proprietario della bestiola, residente a San Michele, è stato segnalato alla Procura della repubblica di Brindisi per maltrattamento di animali. Sul posto, oltre al comandante Filomeno, si è recata anche un’agente, la dottoressa Domenica Piccoli. Il sopralluogo è avvenuto nella giornata di mercoledì (4 aprile). 

Il cane, sprovvisto di microchip, era circondato da rifiuti di ogni tipo, all’interno di un locale fatiscente. La catenina di 20 centimetri legata a un mezzo agricolo depositato in una zona adiacente dell’abitazione gli precludeva qualsiasi possibilità di muoversi. Il collare in maglia metallica gli aveva provocato una ferita ormai infetta e sanguinante al collo. Il cane, inoltre, era costretto a vivere tra le sue stesse deiezioni.

Prontamente è intervenuto il personale del servizio veterinario dell’Asl nella persona del dottor Paolo Gentile, che ha provveduto ad inserire il microchip al cane. Questi, successivamente, è stato posto sotto sequestro e ricoverato presso la clinica veterinaria per le cure necessarie, le cui spese saranno poste a carico del proprietario. La Polizia Municipale, pertanto, continuerà a vigilare su tutto il territorio comunale per la tutela degli animali, invitando i cittadini a segnalare tutte le situazioni di maltrattamento degli stessi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cane sanguinante circondato da deiezioni e rifiuti: proprietario denunciato

BrindisiReport è in caricamento