Cani rubati da giardino privato ritrovati dopo sei giorni di ricerche

Asso e Giotto, questi i loro nomi, sono stati trovati da una volontaria dell’Enpa (Ente nazionale protezione animali) di Latiano

SAN PIETRO VERNOTICO – Ritrovati nelle campagne di Oria i due cani da caccia, razza Bracco Francese, rubati il 20 marzo scorso a San Pietro Vernotico. Asso e Giotto, questi i loro nomi, sono stati trovati da una volontaria dell’Enpa (Ente nazionale protezione animali) di Latiano dopo una notte di ricerche, mentre vagavano in un terreno. Erano affamati e sciupati.

cani rubati1-2E’ stato lo stesso proprietario, titolare di un bar del posto, ad accorgersi del furto. Quando nel pomeriggio di mercoledì scorso si è recato nel giardino adiacente la sua abitazione per dar da mangiare ai cani ha trovato il lucchetto rotto e degli animali nessun traccia. Era evidente che qualcuno aveva forzato la serratura così dopo vane ricerche ha sporto regolare denuncia contro ignoti presso la locale stazione dei carabinieri.

cani rubati12-2Il veterinario Pietro De Rocco ha lanciato l’appello sulla sua pagina Facebook, chiedendo a chi li aveva presi di restituirli. Ieri è giunta una segnalazione da Oria, una donna li aveva visti nelle campagne ma non era riuscita a prenderli.

Anche in questo caso il veterinario ha lanciato l’appello su Facebook chiedendo la collaborazione dei suoi “contatti” che vivono nella zona. Anche lo stesso proprietario si è recato sul luogo dell'avvistamento senza riuscire a rintracciarli. Nella stessa serata di ieri, una volontaria Enpa di Latiano si è messa alla ricerca di Asso e Giotto: all'alba la buona notizia. I due cani, che avevano il microchip, in mattinata sono tornati a casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Ceglie Messapica. Al San Raffaele positiva una fisioterapista. Altri in quarantena

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Cinque nuovi casi in provincia di Brindisi, nessuna persona deceduta

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Triage casi sospetti senza struttura d'attesa: ambulanze bloccate

Torna su
BrindisiReport è in caricamento