menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caos parcheggi vicino ai laboratori dell'Asl: residenti su tutte le furie

I cittadini non sanno più come parcheggiare, ma soprattutto, se possono parcheggiare, dopo che sono fioccate multe

BRINDISI – Da qualche giorno è caos parcheggi in via Ragusa. I residenti di questa strada, una traversa di via Dalmazia, non sanno più come parcheggiare (parallelamente al marciapiede o a spina di pesce?), ma soprattutto, se possono parcheggiare. Già perché la scorsa settimana la polizia municipale ha multato degli automobilisti che avevano parcheggiato a spina da pesce, nonostante da decenni i residenti parcheggiassero in quel modo, senza essere mai incappati in alcuna sanzione.

Via Ragusa 2-3-2

All’inizio della strada, del resto, non vi è alcun segnale di divieto. Come mai, allora, c’è stato questo cambio di rotta da parte della polizia municipale? I residenti chiedono delle risposte, in considerazione anche del fatto che via Ragusa è utilizzata come parcheggio dai numerosi cittadini che quotidianamente si recano presso i laboratori dell’Asl di via Dalmazia.

Un residente ha inviato una lettera in redazione, per chiarire meglio la questione. La pubblichiamo di seguito.  9dbe1786-f69f-47a7-9547-05f0273d6654-3

In Via Ragusa, in più riprese, sono intervenuti i vigili urbani per multare le numerose auto parcheggiate a "spina di pesce" e non parallelamente al marciapiedi, così come prevede il Codice della Strada. Ancora una volta, nella nostra città, siamo di fronte ad una assoluta mancanza di buon senso da parte di chi ci amministra e governa.

Via Ragusa è una strada molto larga, con pochissimo traffico e circolazione di auto, adibita principalmente a parcheggio, che, sia pur in presenza di auto parcheggiate a spina di pesce, consente ampiamente la circolazione a doppio senso di marcia. 

Ecco una prima ragione per cui si sarebbe dovuto e potuto adottare il "buon senso" da parte dei Vigili Urbani. Altra considerazione è che nella zona risiedono numerosi anziani e che molte auto, soprattutto nelle ore pomeridiane e serali, sono dei rispettivi figli che si recano in visita ai propri cari.

La soluzione a "spina di pesce" consente di parcheggiare circa venti auto contro le circa sette consentite dal parcheggio in parallelo. Non dimentichiamo che a pochi metri vi sono gli uffici/ambulatori della Asl e che, con la carenza di posti auto, non si ravvede proprio la necessità di questa rigidità nell'applicazione della norma del codice stradale.

Fortunatamente non sono stato multato ma ho assistito al capannello di gente che si è creato vicino ai vigili urbani per lamentarsi della "sorpresa" trovata sul parabrezza dopo 50 anni dalla nascita di Via Ragusa. Una volta tanto non farebbe male un segnale di ascolto/rispetto verso i propri cittadini da parte di chi ci amministra annullando le multe di ieri sera. Un buon arbitro, quando ammette di aver sbagliato, gode senza dubbio più stima e considerazione da parte dei giocatori. Per concludere, a fine serata mi reco in piazza Virgilio e trovo auto parcheggiate a spina di pesce. Senza multe sul parabrezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento