menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La stazione dei carabinieri di Latiano

La stazione dei carabinieri di Latiano

Minaccia il suicidio: rintracciato dai carabinieri dopo febbrili ricerche

E' stato individuato presso l'hotel Minerva un latianese che aveva inviato al proprio avvocato una lettera in cui manifestava intenti suicidi. Un appuntato dell'Arma è riuscito a geolocalizzare il telefonino, tramite la compagnia telefonica

LATIANO – Aveva inviato una lettera al suo avvocato, manifestandogli intenti suicidi. Grazie all’impegno e allo spirito di servizio di un appuntato dei carabinieri in servizio presso la stazione dell’Arma di Latiano, Marco Mele, è stata rintracciata dopo ore di febbrili ricerche una persona che nella mattinata di ieri (19 giugno) aveva minacciato di togliersi la vita. L’uomo è stato individuato dai militari della compagnia di Brindisi presso l’hotel Minerva, sulla strada provinciale che collega Brindisi a San Vito dei Normanni.

Il latianese si trovava a bordo della sua auto. Fortunatamente, stava bene. Ad attivare i soccorsi era stato proprio il professionista, che dopo aver ricevuto una missiva dal contenuto allarmante ha subito contattato la stazione di Latiano diretta dal maresciallo Luigi D’Oria. Il piantone di turno ha fatto partire immediatamente le ricerche. Amici e parenti del latianese si sono recati presso i terrenti di proprietà dell’uomo, senza alcun risultato.

L’appuntato, dopo aver appurato che l’utenza telefonica dello scomparso risultava spenta, ha insistito più e più volte con il gestore di telefonia mobile interessato per farsi dare le coordinate della cella alla quale risultava agganciato il telefonino. Il dispositivo è stato geolocalizzato sulla Brindisi-San Vito, nei pressi dell’hotel Minerva. A questo punto sono entrati in azione i carabinieri della compagnia di Brindisi al comando del capitano Luca Morrone.

Una pattuglia allertata dai colleghi di Latiano si è diretta a sirene spiegate verso la struttura ricettiva, trovando il latianese. Questi era tranquillo. Dopo aver parlato per qualche minuto con i carabinieri, si è lasciato accompagnare presso l’ospedale Perrino, per le cure del caso. In questo modo si è scritto il lieto fine su una vicenda che a lungo aveva tenuto tante persone con il fiato sospeso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento