Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Casa e azienda con allaccio abusivo: imprenditore agricolo ai domiciliari

Oltre alla sua abitazione, avrebbe allacciato abusivamente alla rete elettrica anche l'azienda agricola di sua proprietà. L'ennesimo furto di energia elettrica scoperto dai carabinieri vede protagonista, stavolta, il 66enne Luigi Ricchiuti, di Tuturano.

TUTURANO – Oltre alla sua abitazione, avrebbe allacciato abusivamente alla rete elettrica anche l’azienda agricola di sua proprietà. L’ennesimo furto di energia elettrica scoperto dai carabinieri vede protagonista, stavolta, il 66enne Luigi Ricchiuti, di Tuturano.

Supportati da personale dell’Enel, i militari della locale stazione hanno accertato che l’uomo consumava energia elettrica senza pagare gli importi dovuti. Nei suoi confronti è quindi scattato l’arresto in regime di domiciliari, con l’accusa di furto aggravato di energia elettrica. 

A San Pietro Vernotico, invece, i carabinieri della locale stazione hanno denunciato il 48enne V.A., petr guida senza patente. L’uomo, durante un controllo alla circolazione stradale, è stato sorpreso alla guida di un motociclo, senza patente appunto, poiché mai conseguita. Il mezzo è stato sottoposto a fermo amministrativo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa e azienda con allaccio abusivo: imprenditore agricolo ai domiciliari

BrindisiReport è in caricamento