Cocaina divisa in 18 dosi e duemila euro alle spalle del Verdi: arresto convalidato

Il gip riconosce il beneficio dei domiciliari ad Antonella Carbone, 23 anni, e Rosario Piccinno, 32, accogliendo l’istanza del difensore Giuseppe Guastella. I due erano stati fermati dalla Mobile il 3 dicembre scorso

La droga sequestrata dalla Mobile di Brindisi

BRINDISI – Diciotto dosi di cocaina e duemila euro in contanti: l’arresto di Antonella Carbone, 23 anni, e Rosario Piccinno, 32, con l’accusa di spaccio di droga, alle spalle del teatro Verdi, è stato convalidato dal gip del Tribunale di Brindisi che ha riconosciuto a entrambi il beneficio dei domiciliari, accogliendo l’istanza presentata dal difensore Giuseppe Guastella.

antonella carbone-2rosario piccinno-2Il penalista ha chiesto l’attenuazione della misura tenuto conto dello status di incensurata della ragazza, originaria di Oria, e della buona condotta osservata dal giovane dopo essere finito nella rete dell’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Lecce chiamata Canali, sull’esistenza di un gruppo di stampo mafioso a Torre Santa Susanna, con diramazioni anche a Brindisi. Da allora e sino allo scorso 3 dicembre, è scattato l’arresto per mano degli agenti della Mobile, di Piccinno si erano perse le tracce.

I due si sono presentati davanti al gip Stefania De Angelis, al fianco del difensore, a cui hanno consegnato la decisione di avvalersi della facoltà di non rispondere. Il pubblico ministero Iolanda Daniela Chimienti aveva chiesto la custodia in carcere per entrambi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I ragazzi sono stati sorpresi dagli agenti diretti dal vice questore Maurizio Sfameni alle spalle nel Nuovo Teatro Verdi di Brindisi la mattina del 3 dicembre scorso: i poliziotti hanno osservato un gruppo di giovani fermi nei pressi di una Smart che scambiavano qualcosa con i due giovani a bordo dell’auto. Nella Smart c’erano Antonella Carbone e Rosario Piccinno: i poliziotti hanno trovato 18 dosi pronte per la cessione di cocaina, una busta di cellophane contenente droga, sempre cocaina, allo stato liquido; un bilancino, un rotolo di nastro adesivo, materiale utile al confezionamento della sostanza stupefacente e al taglio. In auto è stato trovato anche denaro, ritenuto provento della vendita avvenuta questa mattina, per un totale di duemila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

  • Giovane malmenata in strada: carabiniere fuori servizio blocca fidanzato violento

  • Ostuni torna a popolarsi di vip, fra cantanti ed ex campioni del mondo

  • Mesagne, un tuffo nel blu: quando l’asfalto si fa tela

Torna su
BrindisiReport è in caricamento