rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Villa Castelli

Comune condannato a reintegrare un funzionario: "Ingiusto demansionamento"

Sentenza del Tribunale di Brindisi. L'Ente dovrà risarcire e pagare le spese legali. La Cgil: "Danno morale"

VILLA CASTELLI - Con sentenza del 16 gennaio scorso il Tribunale di Brindisi ha condannato il Comune di Villa Castelli  a reintegrare nelle proprie mansioni il funzionario Paolo Siciliano, il quale dal 2014 ad oggi aveva subito un "ingiusto demansionamento"

L’Amministrazione Comunale è stata condannata a reintegrare il dipendente nelle mansioni effettivamente ascrivibili alla categoria D3, oltre al risarcimento  del danno da demansionamento patito dal 2014 ad oggi  e  alla condanna alle spese di giudizio. "Resta il danno  morale subito dal dipendente per  le ingiustizie subite  in questi 4 anni   per cui saranno valutate idonee iniziative", sostiene la segreteria territoriale della Cgil con nota a firma di Patrizia Stella. "Come segreteria territoriale continueremo a denunciare  abusi tendenti ad eludere le norme contrattuali  affinchè le prerogative datoriali siano esercitate nel rispetto delle leggi e del Contratto collettivo nazionale di lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune condannato a reintegrare un funzionario: "Ingiusto demansionamento"

BrindisiReport è in caricamento